Vis Art

Ex Gkn, Qf perde il ricorso: dovrà pagare gli stipendi arretrati

Il ricorso presentato da Qf, contro il primo decreto ingiuntivo per il pagamento dello stipendio arretrato a un dipendente

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 24 marzo 2023 10:57

Qf perde il ricorso contro il primo decreto ingiuntivo: l'azienda dovrà pagare gli stipendi dal 9 ottobre 2022 in poi, da quando non ha nessuna copertura di cassa integrazione. E' quanto si apprende dalla Rsu ex Gkn.

 

Il Tribunale ha accertato il diritto del dipendente al pagamento della retribuzione stabilendo che per il periodo di copertura Cigs fino al 9/10/22 - autorizzata solo in data 10/3/23 - il pagamento è a carico dell’Inps, mentre Qf dovrà corrispondere al lavoratore quanto dovuto a titolo retributivo, riconoscendo gli importi di paga pieni, per il restante periodo.

 

Questa in sintesi la sentenza del Tribunale del Lavoro di Firenze che ieri si è espresso in merito al ricorso presentato da Qf, contro il primo decreto ingiuntivo per il pagamento dello stipendio arretrato a un suo dipendente.

 

"Smontate una dopo l’altra tutte le argomentazioni di Qf - dichiara la Rsu x Gkn - Le stesse argomentazioni che invece ipnotizzano e tengono ferme un pezzo importante della nostra politica. La nostra mobilitazione, che è socialmente legittima, non si appoggia sulle sentenze di Tribunale per sostenere le proprie ragioni. Noi partiamo da ragionamenti sindacali, sociali e politici. Deve essere frustrante però per quella politica che fa della legalità la propria bandiera, sentirsi dare torto anche dalle sentenze di tribunale". 

 

Secondo la sentenza:  “è pacifico che l’attività produttiva (…) sia cessata nel luglio dell’anno 2021 per esclusiva volontà datoriale e non sia stata più ripresa, in attesa della predisposizione e realizzazione di un piano di reindustrializzazione. (…) Deve quindi escludersi che la sospensione della prestazione lavorativa sia addebitabile al lavoratore o sia stata concordata. Non è configurabile nemmeno una situazione di oggettiva impossibilità sopravvenuta in quanto la inutilizzabilità della prestazione da parte del datore di lavoro, per “inagibilità” dello stabilimento di Campi Bisenzio non risulta provata”.

 

"Come già detto prima del 9 ottobre - spiega la Rsu - Qf è stata salvata dalla liquidità di cassa immessa dallo Stato, il quale ha di fatto deciso di rimborsare con contributi pubblici Borgomeo, pur non avendo rispettato l’accordo quadro e portato avanti le attività previste dal periodo ponte. Ad oggi Qf continua a trattenere illegittimamente le nostre retribuzioni, e anche le buste paga, il nostro Cud, per impedire di fare valere le nostre ragioni con altri ricorsi per ingiunzione. Da ottobre ad oggi Qf deve pagare interamente tutte le spettanze contrattuali e di legge (mensilità, tredicesima, ferie, tfr, ecc. ecc.)".

 

"Per il 2023 l’azienda non ha aperto nessuna procedura di cassa integrazione sul 2023. Preferisce passare dalla parte del torto, pur di togliere forme di reddito ai lavoratori. E' un assedio che va rotto e va rotto ora, non possiamo aspettare che ogni tribunale ci dia ragione. La piazza di sabato sarà anche per questo, perché la cassa retroattiva è una aberrazione che non può più accadere, perché il ricatto degli stipendi non può passare o sarà un precedente che poi potranno utilizzare per tutte le lotte", conclude la Rsu.

 

Sabato si terrà la mobilitazione nazionale lanciata da lavoratori e lavoratrici ex Gkn.

 

 

LEGGI ANCHE:

Ex Gkn, Rsu in audizione alla Camera: dagli stipendi al capitale pubblico per la reindustrializzazione

Gkn for future: parte la campagna di crowdfunding per la reindustrializzazione dal basso
Qf (ex Gkn), oltre 100 adesioni all'appello lanciato oggi in difesa delle lavoratrici e dei lavoratori

Qf (ex Gkn), Fiom e Cgil: 'Silenzio assordante da parte del Ministero, inaccettabile'
Ex Gkn, nuovo tavolo ministeriale. La RSU: 'Siamo ai licenziamenti di fatto, sei mesi senza pagare'

Tavolo al Mimit sulla vertenza ex Gkn, il primo dopo la liquidazione. L'Rsu: 'Un nulla di fatto'

Ex Gkn, annunciata messa in liquidazione di Qf. I lavoratori: 'Schiaffo a un intero territorio'

Ex Gkn, Fabiani in fabbrica: ‘Vertenza non può essere tutta sulle spalle di lavoratori e Regione’

Allo stabilimento ex Gkn il Festival di Letteratura Working Class, è il primo in Italia
Ex Gkn, delegazione di operai a Cassino per parlare con QF: presidio davanti a Unindustria

Ex Gkn, l'Rsu: 'Un altro mese senza stipendio. Dalla proprietà nessuna chiarezza'
Ex Gkn, Rsu: 'Emessi decreti ingiuntivi su stipendi non pagati. Illegittima la condotta di Qf'

Ex Gkn, tavolo al Ministero del Lavoro. Cgil: 'Nessuna novità'. Messaggio di fine anno dei lavoratori

Ex Gkn, riunito il Comitato di proposta e di verifica. I lavoratori illustrano i progetti

Ex Gkn, più di 16mila votati alla consultazione popolare. Il Collettivo: 'Dati impressionanti'
Ex Gkn, a Palazzo Vecchio il Consiglio comunale dedicato alla vertenza
Firenze, il Consiglio comunale sulla Gkn non sarà in fabbrica. I lavoratori: 'Ennesimo schiaffo'

Protesta Gkn, chiusa la seduta del Consiglio comunale. Gli operai lasciano Palazzo Vecchio

Ex Gkn, gli operai restano in Palazzo Vecchio: 'Ad oltranza qua'. Sospeso il consiglio comunale
Ex Gkn, non arriva lo stipendio: proteste del Collettivo di fabbrica. La Regione chiama Borgomeo
Ex Gkn, ritardo o mancato pagamento dello stipendio: la Fiom indice uno sciopero

'Giù le mani da Gkn', in centinaia davanti alla fabbrica contro lo sgombero dei materiali

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.