Vis Art

Ex Gkn, Rsu in audizione alla Camera: dagli stipendi al capitale pubblico per la reindustrializzazione

Le richieste della Rsu ex Gkn. Superati i 14mila euro con la raccolta fondi "Gkn for Future" per il piano di reindustrializzazione dal basso

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 21 marzo 2023 17:59

Si è svolta oggi alla Commissione Lavoro della Camera l'Audizione della Rsu ex Gkn. "Ognuno può prendersi tutto il tempo che ritiene necessario per approfondire e trovare soluzioni, intanto però sono stati bruciati 220 posti di lavoro e ogni minuto in più vuol dire un licenziamento potenziale. Il parlamento dovrebbe chiedersi quali strumenti ha per fermare le delocalizzazioni in questo paese", commenta la Rsu.

 

La riunione è iniziata con la relazione della Rsu che ha passato in rassegna i fatti di questi venti mesi "le ripetute violazioni degli accordi da parte della proprietà, i 14 incontri ministeriali andati a vuoto, la totale assenza di stipendi e cedolini, la messa in liquidazione", si legge in una nota della Rsu, che è poi passata nel merito delle proposte: "pagamento immediato degli stipendi, sospesi senza alcuna motivazione da ottobre scorso, consegna dei cedolini, che non arrivano da dicembre insieme ai contributi per paternità, allattamento, legge 104; ritiro della liquidazione; amministrazione straordinaria e commissariamento, vista la totale indisponibilità della proprietà a valutare progetti di reindustrializzazione; ripristino della contrattazione; cassa straordinaria per riorganizzazione basata sui progetti industriali del collettivo di fabbrica; entrata del capitale pubblico in QF oppure finanziamento pubblico dei progetti".


"Gkn non è l'unico caso in Italia - ha detto la Rsu - ormai è chiaro che questo è il modus operandi con cui si delocalizza e si deindustrializza oggi in questo paese, magari senza violare formalmente leggi o norme contrattuali, anche se questo è ancora da dimostrare, senza licenziare direttamente ma attraverso una lenta chiusura che porta i lavoratori a licenziarsi. Il risultato è lo stesso: distruzione di posti di lavoro, competenze tecniche e scientifiche accumulate in decenni, potenzialità di ricerca e formazione. Per questo crediamo che il parlamento dovrebbe avviare una commissione di indagine su questo, per capire se gli strumenti legislativi attuali sono all'altezza delle multinazionali e dei fondi finanziari che possiedono le industrie in Italia".


In chiusura i commissari hanno fatto riferimento alla cassa integrazione retroattiva concessa a QF in liquidazione, da gennaio a ottobre 2022. La Rsu: "Dobbiamo ancora vedere il decreto, però è chiaramente una decisione politica, l'unica presa in venti mesi su questa vicenda. Una cassa integrazione retroattiva 11ter, che di solito si concede a chi ha già esaurito gli ammortizzatori sociali, che non incide sul reddito dei lavoratori, è quanto meno una forzatura. Potremmo chiamarla la cassa integrazione 'Borgomeo', quella per confusione e violazione degli accordi, con la quale si concede liquidità a una azienda in procedura di liquidazione, senza  ottenere il ritiro della procedura stessa né il pagamento degli stipendi".


La riunione si aggiorna rimandando ad altri incontri, in attesa di approfondimenti, con la Rsu che invita a venire a vedere i piani industriali proposti dal collettivo di fabbrica e a valutare le manifestazioni di interesse presentate alla Regione Toscana, tutti progetti sui quali si chiede l'intervento pubblico: "La politica segue logiche parlamentari di maggioranza, ma c'è una logica del consenso, che noi abbiamo sperimentato sul territorio con due manifestazioni, da 40mila e 30mila persone, e un'altra manifestazione ci sarà sabato prossimo, oltre alle 17mila firme a favore dell'intervento pubblico e di una cassa integrazione legata a un piano industriale. Il tempo in questa partita è vitale, chiunque prenda tempo per approfondimenti o altro, al sesto mese senza stipendio, si carica addosso il licenziamento di un lavoratore Gkn".

 

Finché il patron di Qf Francesco Borgomeo non toglierà la procedura di liquidazione non si potrà portare avanti il piano di reindustrializzazione del sito produttivo”.  A dirlo è il deputato del Pd Emiliano Fossi che ha assistito all’audizione delle Rsu dello stabilimento di Campi Bisenzio. I lavoratori delle Rsu dell’ex Gkn hanno presentato una ricostruzione sintetica ma puntuale della situazione dello stabilimento di Campi Bisenzio dal luglio di due anni fa sino ad oggi - spiega Fossi - insistendo sull’importanza del ruolo delle istituzioni, in particolar modo del Ministero per lo Sviluppo Economico. I lavoratori hanno confermato che è stata concessa una cassa integrazione retroattiva fino ad ottobre. Da parte mia ho ribadito come sia da sfatare la ‘leggenda’ che vorrebbe lo stabilimento occupato dai lavoratori. Ho spiegato che è in atto un’assemblea permanente, ma che il sito è accessibile perché ci sono 32 lavoratori che, a rotazione, svolgono funzioni di manutenzione e di controllo”.

 

Dalle 18 di stasera si tiene "Cronache dall'assedio. Arte e cultura a difesa della Gkn", una diretta social e YouTube con interventi e contributi di Moni Ovadia, Stefano Massini, Gaia Nanni, Alessandro Barbero, Daniela Morozzi e Alberto Prunetti. La diretta si potrà seguire sul canale youtube e sul profilo facebook del Collettivo di Fabbrica

 

Intanto continua la raccolta fondi dell'iniziativa "Gkn for Future", la campagna di crowdfunding sostenuta da Banca Etica, ARCI e Fridays For Future Italia: ad appena quattro giorni dal lancio, la quota raccolta supera i 14mila euro, un risultato importante visto il primo obiettivo minimo da raggiungere di 75mila euro che servirà a coprire le spese per la fondazione del nuovo soggetto industriale e per l’avvio dell’attività produttiva che prevederà la produzione di pannelli fotovoltaici, batterie e cargo bike a ridotto impatto ecologico (il link della campagna di crowdfunding).

 

Si avvicina la nuova mobilitazione nazionale: la manifestazione "Gkn non si tocca" si terrà a Firenze sabato 25 marzo, con concentramento in viale Guidoni, angolo Forlanini, alle 14. 

 

Lo stabilimento di Campi Bisenzio si prepara anche ad accogliere il primo Festival Internazionale della Letteratura Working Class in Italia, che si terrà nei giorni 31 marzo, 1 e 2 aprile. Il Festival è organizzato dall'Aps Soms Insorgiamo, dal Collettivo di Fabbrica e dalle Edizioni Alegre, con la sua collana working class diretta da Alberto Prunetti.

 

 

LEGGI ANCHE

Gkn for future: parte la campagna di crowdfunding per la reindustrializzazione dal basso
Qf (ex Gkn), oltre 100 adesioni all'appello lanciato oggi in difesa delle lavoratrici e dei lavoratori

Qf (ex Gkn), Fiom e Cgil: 'Silenzio assordante da parte del Ministero, inaccettabile'
Ex Gkn, nuovo tavolo ministeriale. La RSU: 'Siamo ai licenziamenti di fatto, sei mesi senza pagare'

Tavolo al Mimit sulla vertenza ex Gkn, il primo dopo la liquidazione. L'Rsu: 'Un nulla di fatto'

Ex Gkn, annunciata messa in liquidazione di Qf. I lavoratori: 'Schiaffo a un intero territorio'

Ex Gkn, Fabiani in fabbrica: ‘Vertenza non può essere tutta sulle spalle di lavoratori e Regione’

Allo stabilimento ex Gkn il Festival di Letteratura Working Class, è il primo in Italia
Ex Gkn, delegazione di operai a Cassino per parlare con QF: presidio davanti a Unindustria

Ex Gkn, l'Rsu: 'Un altro mese senza stipendio. Dalla proprietà nessuna chiarezza'
Ex Gkn, Rsu: 'Emessi decreti ingiuntivi su stipendi non pagati. Illegittima la condotta di Qf'

Ex Gkn, tavolo al Ministero del Lavoro. Cgil: 'Nessuna novità'. Messaggio di fine anno dei lavoratori

Ex Gkn, riunito il Comitato di proposta e di verifica. I lavoratori illustrano i progetti

Ex Gkn, più di 16mila votati alla consultazione popolare. Il Collettivo: 'Dati impressionanti'

La Commissione Lavoro in visita all’ex Gkn: ‘Occorrono risposte rapide. Domani in arrivo la busta paga’

Ex Gkn, i lavoratori lanciano la consultazione popolare sul futuro della fabbrica
Ex Gkn, a Palazzo Vecchio il Consiglio comunale dedicato alla vertenza
Firenze, il Consiglio comunale sulla Gkn non sarà in fabbrica. I lavoratori: 'Ennesimo schiaffo'

Ex Gkn, il Collettivo dopo la protesta a Palazzo Vecchio: 'Dalle istituzioni non basta la solidarietà'

Protesta Gkn, chiusa la seduta del Consiglio comunale. Gli operai lasciano Palazzo Vecchio

Ex Gkn, gli operai restano in Palazzo Vecchio: 'Ad oltranza qua'. Sospeso il consiglio comunale
Ex Gkn, non arriva lo stipendio: proteste del Collettivo di fabbrica. La Regione chiama Borgomeo
Ex Gkn, ritardo o mancato pagamento dello stipendio: la Fiom indice uno sciopero

'Giù le mani da Gkn', in centinaia davanti alla fabbrica contro lo sgombero dei materiali

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.