Firenze, una targa commemorativa dedicata al principe romeno Alexandru Ioan Cuza

Cronaca
02/01/2019

La donazione della lapide da parte dell’associazione Alter.Nativa

Sarà posta una targa commemorativa dedicata al principe Alexandru Ioan Cuza sotto la villa in cui ha vissuto a Firenze. L’assessore alla toponomastica Andrea Vannucci, con una delibera approvata nel corso dell’ultima giunta, ha accettato la donazione della targa in bronzo e del relativo supporto in pietra serena stabilendo che venga conservata in un’aiuola pubblica all’angolo fra viale Machiavelli e il piazzale di Porta Romana in prossimità al luogo dove il principe visse i suoi ultimi anni, come riporta una nota del comune di Firenze.

 

“Con grande piacere abbiamo accolto il progetto di realizzazione di un cippo commemorativo dedicato a Alexandru Ioan Cuza, padre della Romania moderna - ha detto l’assessore Vannucci - L’installazione di una targa dove Alexandru Ioan Cuza ha vissuto ha per la comunità romena che vive a Firenze e per la nostra città che lo ha accolto un significato davvero speciale”.

 

La donazione della lapide da parte dell’associazione Alter.Nativa, è avvenuta con il patrocinio dell’Ambasciata della Romania in Italia ed il patrocinio del Consolato Generale di Romania a Bologna ed è stata accolta e seguita dall’assessorato alla toponomastica. La lapide, realizzata con il contributo finanziario della Diocesi Ortodossa Romena in Toscana, avrà incise queste parole: “In questa villa dal 1870 visse i suoi ultimi anni il principe Alexandru Ioan Cuza, artefice dell’unità di Moldavia e Valacchia, padre della Romania moderna e grande amico della causa nazionale italiana”. L’inaugurazione è prevista il prossimo 26 gennaio 2019. 

 

In foto l'assessore Vannucci

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.