Vis Art

Pnrr, Nardella: 'Esportare a livello europeo il modello Firenze'

'A Firenze abbiamo sottoposto al Governo 150 progetti'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 04 marzo 2022 11:52

La maggioranza delle città europee è stata coinvolta poco o nulla nei piani di Resilienza e ricovero (Pnrr) del proprio Paese. Firenze invece si è presentata alla sfida del Pnrr con progetti condivisi riuscendo così ad attivare risorse e a presentare un modello che adesso potrebbe essere esportato altrove, anche all’estero. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, intervenendo a Marsiglia al summit europeo delle regioni e delle città (European Summit of regions and cities).

 

Il sindaco di Firenze e della Città Metropolitana è presente a Marsiglia anche come presidente di Eurocities, il principale network che raccoglie le città europee di medie e larghe dimensioni, e come nuovo membro del Cor, il Comitato europeo delle Regioni, e del gruppo del Partito socialista europeo nel Comitato stesso.


“Le città - ha sottolineato Nardella nel suo intervento - hanno pagato il prezzo maggiore durante la pandemia eppure, secondo un sondaggio elaborato da Eurocities nell’autunno scorso, 6 città su 10 non sono state coinvolte a sufficienza nel percorso dei Piani di ricovero successivi alla pandemia. L’Italia è stata una positiva eccezione. Le città, attraverso l’Anci, sono state fin da subito coinvolte e hanno condiviso un coordinamento col Governo centrale responsabile di molti progetti”.


“A Firenze - ha continuato - abbiamo sottoposto al Governo 150 progetti per un totale di tre miliardi di euro e molti di questi sono già stati finanziati per oltre 800 milioni di euro, soprattutto per quel che riguarda la transizione ecologica e digitale. Dal punto di vista della sostenibilità, abbiamo pianificato per esempio di piantare fino a un milione di alberi nell’intera area metropolitana e di completare il sistema tranviario per un investimento finale di 1,8 miliardi di euro. Sulla digitalizzazione stiamo pianificando investimenti per prevedere servizi pubblici locali digitali al 100%”.


“Le città - ha concluso Nardella- sono la chiavi per proteggere i valori dell’Unione Europea e per sostenerne gli obiettivi. Come dimostrato durante la crisi pandemica e ora con la nuova grave emergenza in Ucraina, le città sono capaci di reagire velocemente per aiutare la popolazione più vulnerabile. Adesso, con migliaia e migliaia di profughi ucraini che premono alle frontiere, i sindaci sono già in prima linea sul fronte della solidarietà e dell’accoglienza. Noi siamo pronti”.

 

Notizie più lette

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.