Oncoematologia pediatrica, l’abbazia di S. Miniato al Monte si colora di oro

‘Accendi d’oro, accendi la speranza: Firenze in prima linea nella lotta al cancro'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 26 settembre 2021 11:15

Per tre sere l’abbazia di San Miniato al Monte a Firenze si illumina di luce dorata, il colore del mese internazionale di sensibilizzazione sull’oncoematologia pediatrica e della campagna italiana di sensibilizzazione “Accendi d’oro, accendi la speranza”, promossa dalla Federazione nazionale delle associazioni di genitori di bambini e adolescenti che hanno contratto tumori o leucemie (FIAGOP).

 

L’obiettivo è “accendere” l’attenzione sui problemi clinici e sociali dell’oncoematologia pediatrica in Italia. L’oro è il colore scelto per ricordare quanto siano preziosi i bambini e gli adolescenti colpiti dal cancro, chi lo indossa riconosce apertamente la forza, il coraggio e la resilienza dei bambini affetti da tumore. L'abbazia si è colorata di oro ieri sera e lo stesso farà stasera e domani.


La speciale illuminazione, che ha il patrocinio del Comune di Firenze ed è promossa dall’associazione Noi per Voi OdV, è realizzata a cura di Firenze Smart. 


“Firenze è da sempre schierata in prima linea nella lotta contro il cancro - ha detto l’assessore a Welfare e Sara Funaro - ed è al fianco delle famiglie che hanno un bambino malato di tumore. Anche quest’anno abbiamo aderito alla campagna “Accendi d’oro accendi la speranza” perché vogliamo far sentire la nostra vicinanza ai bambini malati e ai loro genitori e sensibilizzare i cittadini sui tumori pediatrici e sui problemi e le necessità dell’oncoematologia pediatrica”. “Per battere il tumore abbiamo un’arma molto potente: la prevenzione - ha continuato Funaro -. C’è speranza di guarigione contro questa terribile malattia e la prevenzione è fondamentale affinché possa essere garantita una tempestiva diagnosi per iniziare il prima possibile le cure”.

 

"E' molto importante che la comunità sia sensibile verso i temi della prevenzione e della ricerca contro il cancro infantile - ha detto Serena Biagioni di Noi per Voi OdV - sia per individuare nuove terapie oncologiche, per i casi di più difficile risoluzione, sia per trovare innovative strategie di prevenzione al cancro infantile. Tutto il nostro impegno va a far si che questi obiettivi siano sempre più visibili e condivisi dalla società e, allo stesso tempo, poniamo anche grande attenzione nell'assicurare il supporto necessario alle famiglie in cui si ammala un bambino”.


Il numero di neoplasie maligne (leucemie, linfomi e tumori solidi) atteso ogni anno in Italia, nella fascia di età 0-19 anni, è di circa 2.200 casi, circa 1400 bambini (0-14) e 800 ragazzi (15.19). Grazie agli straordinari progressi compiuti dalla ricerca accademica e clinica negli ultimi decenni, circa l'80% di loro guarirà, ma circa il 20%, circa 440 tra bambini e ragazzi, non sopravvivrà al tumore, si legge in una nota del Comune. Nel mese di settembre centinaia di associazioni di genitori di bambini e adolescenti che hanno contratto tumori e leucemie, riunite nella rete Childhood Cancer International - CCI, danno vita in tutto il mondo ad attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle Istituzioni sui tumori in fascia pediatrica.


CCI è la rete globale di genitori riuniti in centinaia di associazioni, presenti in 5 continenti, con l’obiettivo di difendere il diritto alle cure e alla buona qualità di vita di tutti i bambini e gli adolescenti malati. In Italia la CCI è rappresentata dalla FIAGOP, Federazione Italiana Associazioni genitori e guariti oncoematologia pediatrica, che ne è socio fondatore. È in questo contesto che si inserisce la campagna nazionale FIAGOP “Accendi d’oro, accendi la speranza”, in programma dal 20 al 26 settembre in gran parte d’Italia. La parola di questa edizione è: ricerca.


La campagna “Accendi d’oro, accendi la speranza” si conclude…di corsa per la ricerca. FIAGOP ha un traguardo importante da raggiungere, con l’aiuto di tutti: dare la possibilità a quanti più bambini e ragazzi di guarire da un tumore. FIAGOP correrà per la ricerca: domenica 26 settembre ha in programma la prima edizione di “Io corro per loro – Bambini senza cancro”, una corsa/camminata, non competitiva, con il patrocinio e la collaborazione attiva di AIEOP – Asso. La finalità della corsa è di raccogliere fondi da destinare a cinque progetti di ricerca del bando europeo Fight Kids Cancer, attraverso le donazioni dei partecipanti e di coloro che vorranno portare il proprio contributo anche senza correre.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.