Firenze, la terza edizione de L’Eredità delle Donne: torna il festival diretto da Serena Dandini

Il sipario si apre con 'Donne con i numeri. Scienziate, scrittrici, economiste che possono cambiare il mondo'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 22 ottobre 2020 09:56

Torna a Firenze, con la sua terza edizione, L'Eredità delle Donne. Dal 23 al 25 ottobre a Firenze, il festival inaugurerà un modo innovativo di vivere gli incontri e le manifestazioni, con una visione sul mondo nuovo, quello che stiamo vivendo durante questa emergenza sanitaria e quello che arriverà dopo. Una tre giorni che si svolgerà sia dal vivo alla Manifattura Tabacchi, con gli ingressi contingentati e nel rispetto delle normative di sicurezza, sia in streaming e in diretta su ereditadelledonne.eu, una sorta di canale tv del festival.

 

La manifestazione, diretta da Serena Dandini, è un progetto di Elastica e di Fondazione CR Firenze con il supporto di Gucci, e la copromozione del Comune di Firenze, nell'ambito dell'Estate Fiorentina. Partner del festival Manifattura Tabacchi, hub dell'edizione 2020. 

 

Questa edizione è dedicata alla “Vice Presidente” di Fondazione CR Firenze Donatella Carmi Bartolozzi, recentemente scomparsa, “Una grande donna – l'ha ricordata Dandini - che ha saputo dare al festival un’incontenibile energia. La sua grande forza e la sua straordinaria umanità saranno sempre d'ispirazione per me. Lavoreremo al meglio per onorarla”.

 

Per tre giorni scienziate, economiste, imprenditrici, politiche, scrittrici e artiste si confronteranno, forti delle loro idee, della loro competenza e della loro autorevolezza, su come affrontare il mondo post Covid-19. Il sipario si apre con l'evento “Donne con i numeri. Scienziate, scrittrici, economiste che possono cambiare il mondo” (alle 21, alla Manifattura Tabacchi di Firenze e in streaming sul sito) condotto da Serena Dandini che, insieme alla scrittrice Chiara Valerio, dialogherà con la virologa Ilaria Capua, con la fisica Fabiola Gianotti, direttrice generale del CERN di Ginevra e con la giornalista palestinese Rula Jebreal (tutte e tre in collegamento video).

 

Sul palco, invece, ci sarà Azzurra Rinaldi, dell'Università degli Studi di Roma, e la conversazione sarà accompagnata dalle vignette di Liza Donnelly. Straordinario è l'intervento in video di Margaret Atwood, poetessa, scrittrice e ambientalista canadese, intervistata in esclusiva per il festival dalla stessa Dandini. 

 
“Lo streaming diventa un'opportunità e non solo un piano B – sottolineano gli organizzatori -.  Il festival, infatti sarà in contemporanea “on the ground” e in diretta sul sito dove la “Tv del festival” si accende proprio mentre “nel mondo reale” si apre il sipario sul primo incontro e si spegnerà proprio quando nel mondo reale si chiuderà per l'ultima volta il sipario sull'ultimo incontro del festival. Accanto alle finestre del live, ci sarà la sezione ‘Rivedi’ dove si potranno recuperare tutti gli incontri che sono già andati in programma. Sarà un po’ una ‘second life’ dei festival”.

 

Il festival prosegue sabato 24 e domenica 25 con il programma degli appuntamenti scandito da sette panel tematici che delineano altrettante ideali "Rotte per il mondo nuovo": dalla medicina alla leadership, dall’ambiente al futuro, dall’economica alla resistenza fino a un New Deal delle arti.

 

Come partecipare al festival: l’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili fatta eccezione per le due serate condotte da Serena Dandini (23 e 24 ottobre) che saranno su prenotazione tramite Eventbrite. Gli incontri si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-Covid. Il festival “L’Eredità delle Donne” sarà trasmesso sul sito ereditadelledone.eu e sulla pagina facebook del festival @ereditadelledonne

 

Il festival L’Eredità delle Donne nasce nel nome di una fiorentina illustre: l’Elettrice Palatina ovvero Anna Maria Luisa de’ Medici, musa ispiratrice dell’iniziativa, l’ultima discendente della famiglia Medici che, alla morte del fratello (1737), vincolò allo Stato toscano la amplissima collezione artistica appartenuta alla famiglia, divenendo di fatto la Madre della Cultura Italiana ed europea ante litteram.

 

Qui il programma

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.