Vis Art

Longinotti, a Firenze rimane un ‘presidio’. Le condizioni ottenute al tavolo regionale

La produzione si trasferirà da Firenze a Varese

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 28 gennaio 2023 13:22

La ‘ex Longinotti’ – ora Cassani – a Firenze avrebbe dovuto ‘scomparire’ a gennaio 2023, invece rimarrà un ‘presidio’ a Firenze coi dipendenti che hanno profili non legati alla produzione, fa sapere la Regione Toscana. Ad aprile 2023  la  produzione nel capoluogo cesserà per essere trasferita in Lombardia, a Varese.

 

“E’ una delle condizioni che abbiamo chiesto e ottenuto come Regione, convinti che un pezzo della storia industriale di Firenze dovesse rimanere qui non solo a testimonianza del passato, ma anche per le competenze e il patrimonio di saperi che hanno contraddistinto la vita dell’azienda nata nel 1936”, spiega Valerio Fabiani, consigliere di Eugenio Giani per lavoro e crisi aziendali, che a novembre ha convocato il tavolo regionale che ha avviato il confronto con i sindacati e la Cassani, proprietaria dal 2019 della Longinotti e attiva nello stesso settore - materiale meccanico e macchine utensili per la formatura di metalli.

 

Da quel tavolo, fa sapere la Regione, sono scaturite le concessioni da parte dell’azienda lombarda, rimasta ferma nella decisione di trasferire la produzione rispetto a una realtà che in Toscana aveva ormai ridotto in modo significativo anche i suoi ranghi di occupazione. L’accordo tra azienda e sindacato prevede incentivi e dote per la ricollocazione dei lavoratori.

 

Come scrisse la Fiom Cgil a fine dicembre, l'accordo raggiunto prevedeva il mantenimento di 4 posti di lavoro sui 12 totali, con possibilità incentivata per gli altri lavoratori di trasferirsi nel nord Italia, oppure degli indennizzi nel caso fossero impossibilitati al trasferimento in una sede molto distante dall’attuale. Una vertenza “che, seppur preveda una forma di tutela per tutti i lavoratori coinvolti, provoca amarezza per l’ennesima azienda che si disimpegna dal nostro territorio con conseguente perdita di conoscenze e di posti di lavoro", commentò Fabio Ammavuta della Fiom di Firenze. "Tra l’altro si tratta un’azienda storica nata nella prima metà del secolo scorso, e che nel corso della sua lunga attività si è progressivamente ridimensionata passando da centinaia di dipendenti ai 12 attuali”.

 

(foto dal sito della Cgil Firenze)

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.