Autolinee Toscane, installata la prima palina elettronica: i nuovi dispositivi arriveranno anche a Firenze

In arrivo complessivamente 1.013 nuovi display innovativi in tutto il territorio regionale

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 09 agosto 2022 13:17

Con l’installazione del primo dispositivo in piazza San Domenico a Siena, ha preso il via il percorso di innovazione delle paline elettroniche alle fermate dei bus di Autolinee Toscane. Si tratta, per tutto il territorio regionale, di 1.013 nuovi display elettronici di ultima generazione che garantiranno una graduale evoluzione delle tecnologie applicate alle fermate della rete del trasporto pubblico locale.
 

In accordo con la Regione Toscana, e come previsto dal bando di gara, Autolinee Toscane ha definito il programma di installazione sul territorio regionale, la cui distribuzione tiene conto del numero dei residenti e di altri fattori quali la numerosità delle linee di Tpl in ambito urbano.
 

“Queste paline intelligenti sono previste dal nuovo contratto di servizio e migliorano la funzione del nostro il sistema del trasporto pubblico locale attraverso sistemi informativi più moderni. Il nuovo contratto di servizio prevede una implementazione dei mezzi, sistemi informativi moderni come le paline intelligenti e app per una comunicazione ai passeggeri semplice e efficace. Sul fronte del personale, la nuova Accademia che ha lanciato Autolinee Toscane per assumere giovani autisti sta funzionando, grazie anche al fatto che è stato aumentato lo stipendio di ingresso. Quindi mezzi, tecnologie e autisti sono la ricetta per un servizio pubblico di qualità” ha detto l’assessore regionale alla mobilità, Stefano Baccelli.
 

“Il progetto paline elettroniche – spiega Andrea Buonomini, direttore commerciale, marketing e tecnologie di Autolinee Toscane - è stato anticipato rispetto alla previsione contrattuale (ovvero 36 mesi dal primo giorno di servizio) e viene realizzato in parallelo con l’implementazione, su tutta la flotta, di sistemi tecnologici (AVM) di ultima generazione e interoperabili sull’intero territorio toscano. Pertanto, in una prima fase le paline forniranno messaggi di servizio e i passaggi programmati per poi, all’entrata in servizio del sistema di localizzazione dei veicoli (AVM), fornire i dati dei passaggi in tempo reale”.
 

Oltre a Firenze, intesa come Area servita dalle reti urbane, che avrà in proporzione il numero maggiore di nuove paline elettroniche (177 totali), è proprio Siena l’altra area urbana con il maggior numero di dispostivi informativi che saranno installati (78), in virtù di una rete urbana di trasporto storicamente molto ben ramificata. 

 

Per quanto riguarda gli altri territori regionali questa la suddivisione del piano di installazione. Su base provinciale: Arezzo 79, Città Metropolitana di Firenze 254, Grosseto 50, Livorno 104, Lucca 88, Massa Carrara 60, Pisa 109, Pistoia 85, Prato 54, Siena 130. Per quanto riguarda la suddivisione per comuni capoluogo: Area Metropolitana Fiorentina 177, Prato 43, Livorno 45, Arezzo 36, Pistoia 40, Lucca 31, Pisa 45, Grosseto 21, Massa 25, Carrara 24, Siena 78. Per quanto riguarda, infine, i comuni interessati dal servizio urbano maggiore: Viareggio 16, Empoli 14, Piombino 11, Rosignano Marittimo 14, Pontedera 9, Cecina 10, Follonica 8, Montecatini Terme 7, Pescia 9, Certaldo 4, Portoferraio 11, Volterra 3, oltre ai comuni della provincia di Siena.
 

Le nuove paline, prodotte dalla ditta svedese Axentia, sono innovative, facili da installare e configurabili in tempi rapidi, senza impatto sulla delicata morfologia del centro storico della città: saranno installate su nuovi pali che sostituiranno quelli esistenti; grazie all’alimentazione a batterie interne non sono necessari scavi per allacciamenti o altri interventi invasivi sulle lastre cittadine.
 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.