Firenze, quasi un milione e mezzo di contributi per i nidi d’infanzia

Contributi del Fondo Sociale Europeo erogati dalla Regione Toscana

Galleria immagini

470 Visualizzazioni

giovedì 15 ottobre 2020 13:24

Buone notizie per alcuni nidi d’infanzia di Firenze che hanno avuto dalla Regione Toscana un contributo di quasi un milione e mezzo di euro

 

Il Fondo Sociale Europeo cofinanzia per il periodo 2014-2020 i programmi operativi regionali e la Regione Toscana eroga, per l’anno educativo 2020/2021, le risorse nell’ambito della propria programmazione operativa, investendo sulla prima infanzia. 

 

In accordo con le linee guida della Commissione Europea, l’obiettivo è promuovere e sostenere l’offerta di servizi educativi per bambini/e di 3/36 mesi di età per assicurare le migliori condizioni educative e favorire allo stesso tempo la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro soprattutto per quanto riguarda la partecipazione delle donne al mercato del lavoro.

 

Il Comune di Firenze ha partecipato al bando regionale indetto ed ha ottenuto contributi pari a 1.485.819,69 euro (decreto regionale n. 12598/2020). Questi contributi, rende noto Palazzo Vecchio in un comunicato, saranno utilizzati per coprire parte delle spese di gestione dei nidi d’infanzia e spazi gioco Pandiramerino, Chicco di Grano, Dragoncello, Strigonella, Baloo, Bagheera, Farfalla, Fantaghirò, Grillo Parlante, Bianconiglio, Piccolo Principe, Giostra, Fortini e Palazzuolo.

 

Nei prossimi giorni verranno inviate le comunicazioni tramite posta elettronica alle famiglie che utilizzano le strutture educative selezionate per la rendicontazione, informandole che il funzionamento del nido è garantito anche grazie alle risorse della Regione Toscana e dell’Unione Europea.
 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.