Turismo, costituita l'unità di crisi per accelerare le riaperture della Fase 2

Confronto anche tra le principali città d'arte italiane, tra le quali anche Firenze

Galleria immagini

931 Visualizzazioni

giovedì 23 aprile 2020 13:20

Saranno quattro i gruppi di lavoro che appronteranno nei prossimi giorni le linee guida per il settore turistico toscano nella fase della riapertura, la cosiddetta Fase 2, in attuazione delle disposizioni sulla prevenzione e sicurezza dettate dal Governo.

 

I comparti interessati, riferisce in una nota la Regione Toscana, sono quello della ricettività alberghiera, extralberghiera e open-air; la ristorazione; i lidi; e i musei e luoghi di cultura (affidati al coordinamento del MiBACT e del Comune di Firenze).

 

Le proposte di linee guida attuative, condivise con la Protezione civile e con gli altri organi regionali preposti, riguarderanno principalmente le modalità di attuazione degli interventi da effettuare per organizzare la sanificazione e il mantenimento del distanziamento sociale. La stesura di questi protocolli si avvale del supporto dell'assessorato alla sanità e del coordinamento maxi emergenze della Asl Toscana Centro.

 

L’unità di crisi è presieduta dall’assessore Stefano Ciuoffo ed è composta da Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana, associazioni di categoria del turismo, Anci Toscana, Comune di Firenze, Toscana Aeroporti, Autorità portuale Tirreno Settentrionale, Irpet. Inoltre il team crisis management è in contatto e raccordo costante con l’Agenzia nazionale del turismo (Enit) e le altre regioni italiane. L'istituzione dei gruppi vede il coordinamento della Regione Toscana, tramite Toscana Promozione Turistica, e l'accordo delle associazioni di categoria. L’unità di crisi, e il gruppo di lavoro dedicato, svolgeranno anche un monitoraggio sul tema dei trasporti, con particolare attenzione ai collegamenti aerei, con l’ausilio di Toscana Aeroporti. Un ulteriore approfondimento, infine, verrà fatto anche per predisporre nuovi itinerari per accompagnare, con servizi integrati, i flussi dai grandi attrattori turistici ai luoghi diffusi.

 

Anche a Firenze resta centrale il tema turismo. Ieri, 22 aprile, come riferisce il Comune di Firenze in una nota, si è concluso l'incontro tra gli Assessori al Turismo delle principali città d'arte italiane e il Sottosegretario Lorenza Bonaccorsi per un confronto sulle misure da adottare con urgenza per affrontare la crisi che sta vivendo il comparto e rilanciare la promozione dei territori a livello nazionale e internazionale. 

 

Al centro del dibattito tutela per imprese e tutti i lavoratori della filiera turistica, detrazioni fiscali e interventi di sviluppo economico per incentivare la ripresa, costituzione di un fondo speciale per i Comuni come ristoro al mancato introito del contributo di soggiorno e degli altri tributi comunali, condivisione di un piano di comunicazione elaborato con ENIT.  Nel corso della videoconferenza è stato affrontato anche li tema dei protocolli sanitari a cui si dovranno attenere gli imprenditori del comparto per il contenimento del virus. Gli Assessori hanno ribadito la necessità di richiedere risorse straordinarie per l'adeguamento delle strutture ricettive alle nuove norme da destinare agli operatori e di intensificare i controlli per combattere concorrenza sleale e abusivismo, al fine di garantire al massimo la sicurezza dei turisti quando ripartirà il mercato.

 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.