Coronavirus, Conte: 'Firmato nuovo Dpcm. Misure prorogate fino al 13 aprile'

Dopo la fase uno ci sarà una fase di convivenza col virus e allentamento delle misure, poi l'uscita dall'emergenza

Galleria immagini

2578 Visualizzazioni

mercoledì 01 aprile 2020 20:39

"Le misure di contenimento al virus proseguiranno fino al 13 aprile". Il premier Giuseppe Conte ha confermato quanto già aveva detto il Ministro della Salute Speranza in Senato: l'attuale regime di contenimento al Coronavirus andrà avanti almeno fino a lunedì 13 aprile. 


"Non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive che abbiamo disposto o di alleviare i disagi e risparmiarvi i sacrifici. Siamo sempre in stretto contatto con il comitato tecnico scientifico che ci dice che si iniziano a vedere i risultati", ha detto il Presidente da Consiglio, in diretta da Palazzo Chigi. 

 

"Ho firmato un nuovo Dpcm che proroga l'attuale regime di misure così come sono state disposte fino al 13 aprile. Ci rendiamo conto che vi chiediamo un ulteriore sforzo e sacrificio, ma questo dobbiamo afferrarlo tutti, se smettessimo di rispettare le regole e allentare le misure, tutti gli sforzi fin qui fatti sarebbero vani. Pagheremmo un prezzo altissimo perchè oltre al costo ecomico e sociale saremmo costretti a ripartire di nuovo da capo e non possiamo permettercelo".

 

"C'è una sparuta minoranza che non rispetta le regole e vorrei ricordare che abbiamo disposto sanzioni molto severe e multe onerose, perchè non ci possiamo permettere che l'irresponsabilità di alcuni possa comportare un danno verso tutti. Dobbiamo il nostro rispetto a chi rischia la propria salute, come il personale medico che è direttamente esposto al contagio, o i lavoratori che quotidianamente vanno a lavoro madando avanti il paese".

 

"Mi dispiace che le nuove misure capitino in un momento come questo, di serenità condivisione e pace con la Pasqua. Questo sforzo ulteriore ci consentirà di iniziare a valutare con le raccomandazioni del comitato tecnico-scientifico una prospettiva. Nel momento in cui i dati dovessere consolidarsi inizieremo a programmare un allentamento delle misure. Non possimo dire che questo avverrà il 14 aprile, ma valutando la curva epidemiologica inizieremo ad abbracciare la prospettiva di entrare nella fase due, ovvero di convivenza col virus adottando misure che portano all'allentamrnto per poi entrare nella fase tre, ovvero quella di uscita dall'emergenza e ripristino della normalità, della ricostruzione e del rilancio".

 

Conte aveva aperto il suo discorso parlando delle vittime. "I morti sono una ferita che mai potremo sanare".

 

Una novità nello sport. "Sospendiamo anche le sedute di allenamento degli atleti, negli impianti delle società sportive", e sulle uscite dei bambini: "Non abbiamo autorizzato l'ora del passeggio coi bambini, vorrei chiarirlo, in fase di interpretazione abbiamo detto che si può consentire al genitore di uscire con un bambino se per esempio deve andare a fare la spesa ma questo non vuol dire che sia consentito passeggiare coi bambini. Proprio ora che abbiamo i primi effetti positivi non dobbiamo abbassare la guardia".

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.