'Rojava libero', in centro il corteo contro la guerra in Siria. Tensioni alla stazione

Cronaca
19/10/2019

In migliaia alla manifestazione in sostegno al popolo curdo

"Rojava libero" è solo uno degli striscioni che sfilano per il centro di Firenze nel pomeriggio di oggi, sabato 19 ottobre.


Il corteo regionale, 'Giù le mani dal Rojava', in sostegno al popolo curdo e contro l'attacco turco nel nord della Siria, è partito intorno alle 15.30 da piazza Santa Maria Novella, e percorre le strade del centro, in zona San Lorenzo, passando dal Duomo.


Qualche bandiera di partito, bandiere della pace e cori per il Rojava, scanditi mentre il corteo si muove, senza intoppi, verso piazza della Signoria, dove è prevista la fine della manifestazione.

 

Sono circa cinquemila le persone presenti.


È in piazza San Lorenzo che viene srotolato un lungo striscione, che con una frase, "Ogni tempesta comincia con una singola goccia. Cercate di essere voi quella goccia", ricorda Lorenzo Orsetti, il giovane fiorentino morto il 18 marzo proprio mentre combatteva per il popolo curdo.


E in piazza San Lorenzo prende parola Alessandro Orsetti, il padre di Lorenzo.


"Siamo tristi e arrabbiati per la situazione che c'è, la guerra poteva essere impedita, Lorenzo ce ne parlava spesso, ma i governanti non si sono mossi. Ora in tanti si sono avvicinati alla rivoluzione del Rojava e questo è il momento di imporre ai nostri governanti di fare qualcosa di concreto. È la nostra lotta quella del Rojava, non solo dei curdi. Una lotta per un mondo più equo. Scegliamo la parte giusta e non ci fermiamo oggi. Cerchiamo di essere noi quella goccia".


Lungo il percorso si susseguono altri interventi, tra cui di studenti dei licei fiorentini e di universitari. Intorno alle 17.15 la testa della manifestazione raggiunge piazza della Signoria.

 

Momenti di tensione si sono registrati dopo il corteo, alla stazione di Santa Maria Novella. 


Si apprende infatti che, dopo la fine del corteo, parte dei manifestanti ha proseguito verso la stazione, venendo però bloccata dalla polizia, che ha fatto partire alcune cariche. Tra i manifestanti coinvolti c'è chi è rimasto contuso.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.