Temporali, ordinanza del comune di Firenze: chiusi parchi e giardini recintati

Sospesa la fermata Cascine della linea tramviaria T1

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 18 agosto 2022 19:23

A causa dell’allerta meteo per temporali forti in corso in tutta la Regione Toscana fino alla sera di venerdì, a Firenze sono chiusi i parchi e giardini pubblici comunali recintati. Lo prevede un’ordinanza del Comune di Firenze che sarà in vigore fino alle ore 8 di sabato 20 agosto.

 

Il Comune raccomanda di non accedere a parchi, giardini e aree verdi aperte e di prestare comunque la massima attenzione in prossimità di aree verdi, non sostando nelle vicinanze di alberi in caso di forte vento e condizioni climatiche avverse. I gestori delle attività economiche presenti all’interno di parchi e giardini pubblici devono garantire le condizioni di sicurezza delle aree verdi di loro pertinenza.

 

L’ordinanza inoltre sospende la fermata Cascine della linea tramviaria T1 e vieta qualunque attività all’aperto nei giardini e parchi pubblici di Firenze.

 

Anche a Bagno a Ripoli il Sindaco ha disposto la chiusura di parchi e giardini dalle ore 19 di oggi 18 agosto 2022 fino al termine delle operazioni di controllo della situazione delle alberature presenti nei parchi e nei giardini comunali.

 

LEGGI ANCHE: 

Maltempo, un altro nubifragio nel fiorentino: bomba d'acqua e forte vento

Maltempo, Giani firma lo stato di emergenza regionale per 6 mesi
Firenze, albero cade sulla tramvia: evacuato il mezzo, linea interrotta

Temporale, disagi sull’approvvigionamento idrico: posizionate due autobotti
Maltempo, la situazione a Sesto Fiorentino e Calenzano. Chiuso il parco del Neto
Maltempo, alberi caduti su un camper, su una bancarella e su un'auto: ci sono feriti

 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.