Gkn, giovedì a Firenze il tavolo del Mise: presidio fuori dalla Prefettura

Non si ferma la solidarietà del territorio: i circoli Arci preparano 100 pasti al giorno per il presidio

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 14 luglio 2021 17:03

E' convocato per domani, giovedì 15 luglio, il tavolo del (Mise ministero per lo Sviluppo economico) presso la Prefettura di Firenze, tavolo dove sarà affrontata la questione dei licenziamenti alla Gkn di Campi Bisenzio.

 

Al tavolo, che inizialmente avrebbe dovuto tenersi a Roma in videconferenza e che invece sarà a Firenze in presenza, saranno presenti il Vice Ministro allo Sviluppo Economico Alessandra Todde, le organizzazioni sindacali, le autorità locali, tra cui il presidente della Regione Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella e quello di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, e i vertici di Gkn Driveline Firenze.

 

Dalle ore 14 lavoratori, lavoratrici, Fiom e Cgil saranno in presidio in via Cavour davanti alla sede della Prefettura.


Lunedì 19 invece sarà la volta dello sciopero generale “Firenze difende il lavoro”, proclamato da Cgil-Cisl-Uil Firenze nell’area metropolitana di Firenze, con manifestazione la mattina in piazza Santa Croce. Sabato 24 luglio ci sarà una manifestazione nazionale da Campi Bisenzio, come fa sapere il Collettivo di fabbrica.

 

Intanto non si ferma la macchina della solidarietà del territorio per il presidio, quella "solidarietà strabordante", come l'hanno definita i lavoratori. Ieri un tir di UniCoop Firenze ha portato scorte alimentari e beni di prima necessità al presidio.


Anche i Circoli Arci del territorio di Firenze e Prato si mobilitano a sostegno dei lavoratori della Gkn, da venerdì scorsi in presidio permanente in fabbrica.

 

Ieri  si è tenuta un’assemblea operativa dei Circoli di Arci Firenze e di Arci Prato per fare il punto sul tipo di aiuto da poter offrire alla protesta dei lavoratori: è stato predisposto un calendario in cui i Circoli, a turno, prepareranno e consegneranno la cena ai lavoratori e alle lavoratrici della Gkn – circa 100 pasti al giorno – fino a domenica 25 luglio. Il calendario per i giorni successivi è in via di organizzazione: in tanti Circoli si sono detti disponibili a dare il proprio contributo – chi mettendo a disposizione la cucina, chi i volontari e le volontarie, chi proponendo fondi per acquistare la spesa, chi le macchine per trasportare il cibo, chi organizzando presidi di solidarietà di fronte all’azienda.

 

“Prendere posizione in una situazione come questa è un atto irrinunciabile, e stiamo organizzandoci anche sulle modalità con cui Circoli; Case del Popolo e l’Arci tutta parteciperanno alla manifestazione di lunedì prossimo per lo sciopero generale proclamato dai sindacati” ha detto stamani a Novaradio Jacopo Forconi, presidente Arci Firenze: “Quello che sta avvenendo alla GKN di Campi Bisenzio – ribadisce – non è un caso particolare, ma l’esempio di un modello già visto troppe volte in passato, e di quello che potrebbe succedere ancora in futuro. E’ il segno della sudditanza, della timidezza della politica nei confronti del grande capitale, e dell’assenza di una vera politica industriale da parte dei governi che si sono succeduti negli ultimi anni. Anche per questo da Firenze deve arrivare un segnale forte contro questo modello".


Anche i lavoratori di Qualità&Servizi - la società pubblica controllata dai comuni di Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Calenzano e Carmignano, per i quali eroga il servizio mensa, esprimono la loro vicinanza e solidarietà ai lavoratori di Gkn e metteranno a disposizione gratuitamente il proprio tempo per preparare dei pasti per gli operai in presidio permanente. I pasti saranno preparati nelle strutture aziendali di Qualità&Servizi e i dipendenti dell’azienda che aderiranno all’iniziativa lavoreranno alla loro preparazione in maniera totalmente gratuita.

 

“Dobbiamo essere uniti per rafforzare la lotta che stanno facendo i lavoratori della Gkn, perché sono loro stessi parte della nostra comunità e perché domani non debba mai più succedere - afferma la RSU aziendale di Qualità&Servizi -. Tutte noi, tutti noi della Qualità & Servizi Spa vi siamo vicini e vogliamo fare un piccolo gesto concreto di solidarietà assieme alla nostra azienda che opera nel campo della ristorazione collettiva”.

 

“Ci sentiamo particolarmente vicini ai lavoratori di Gkn, perché questo episodio lede uno dei principi rispetto a cui Qualità&Servizi valuta le risorse umane - afferma Antonio Ciappi, direttore di Qualità&Servizi - Per noi l’occupazione è un caposaldo, licenziare le persone in maniera totalmente slegata alla situazione economico-produttiva dell’azienda è una cosa intollerabile. Molte delle famiglie coinvolte, oltretutto, sono famiglie di bambini che mangiano nelle nostre mense e siamo particolarmente sensibili anche per questo. C’è un legame stretto con questo territorio e quel poco che possiamo fare lo dobbiamo fare”.


Solidarietà anche dall’Auser Toscana, con la preparazione e la consegna di pasti da parte di Auser Nuova Zambra. I volontari hanno attivato la cucina dell’Auser Nuova Zambra di via Pasolini a Sesto Fiorentino, per la preparazione dei pasti. Sono stati quindi cucinati e consegnati ai lavoratoi della Gkn 170 pasti in due giornate: 50 lunedì scorso 12 luglio e 120 martedì 13 luglio.  

 

“Abbiamo voluto concretizzare la nostra solidarietà ai lavoratori della Gkn con un gesto di  vicinanza e sostegno alla loro battaglia. - ha detto la presidente dell’Auser Toscana Simonet ta Bessi - sappiamo quanto sia difficile il momento che stanno vivendo gli oltre 400 lavora tori e le loro famiglie colpite da un gesto irrispettoso e inaccettabile quale quello usato dal l’azienda per licenziarli. E sappiamo che oltre alla solidarietà servono anche fatti. I volontari  Auser sono da sempre vicini a chi è in difficoltà e a chi difende il lavoro, in modo  tangibile”.  
 

 

LEGGI ANCHE:

Gkn, il tavolo del Mise sarà a Firenze. Nardella allo stabilimento: 'Sospendere i licenziamenti'
I lavoratori della Gkn: 'Solidarietà strabordante, lotta solida ma si deve allargare'

Licenziamenti Gkn, convocato un tavolo al Ministero dello Sviluppo economico
Gkn, 'Non siamo i poveri operai che vanno a casa. Siamo dignità, orgoglio e resistenza'

I lavoratori della Gkn scrivono alla Nazionale. 'Tifate per noi'

Gkn, 'La lotta sarà lunga': assemblea e corteo intorno allo stabilimento

Gkn, licenziamenti e chiusura: assemblea permanente e notte in fabbrica

Campi, chiude la Gkn: 422 licenziamenti. Il sindaco Fossi: ‘Accanto al presidio dei lavoratori’

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.