Firenze ricorda il suo campione: inaugurato il murale dedicato a Davide Astori

Realizzato dall’artista Giulio Rosk all'Isolotto e voluto dalla fondazione Cure2Children

1 Visualizzazioni

lunedì 24 maggio 2021 14:00

Sorridente, con indosso la sua maglia viola e la fascia da capitano. E' l'immagine di Davide Astori impressa nella mente e nel cuore dei fiorentini, e non solo, ed è così che il capitano viola è stato ritratto nel grande murale di Giulio Rosk, l'artista che ha realizzato l’opera dedicata al campione Davide Astori.

 

L'opera, voluta dalla fondazione Cure2Children Onlus, co-promossa dal Comune di Firenze e in partnership con Esselunga, è stata realizzata su una parete di 240 metri quadrati di un fabbricato di edilizia residenziale pubblica gestito da Casa SpA, in via Canova n°166, nel quartiere dell'Isolotto.

 

Il murale è stato inaugurato questa mattina, alla presenza del Sindaco Dario Nardella, dell’Assessore allo Sport, politiche giovanili e lotta alla solitudine Cosimo Guccione, del Presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni, del Presidente della Regione Eugenio Giani, della Presidente della Fondazione Cure2Children Onlus Cristina Cianchi e della famiglia di Davide Astori. Alla cerimonia ha preso parte anche una delegazione di Acf Fiorentina. Presenti Giancarlo Antognoni, l'ex mister viola Stefano Pioli, l'ex capitano Manuel Pasqual, i calciatori Benassi e Borja Valero

 

Il progetto è stato reso possibile grazie alle donazioni per la campagna di crowdfunding dedicata, partita lo scorso 30 marzo. L'obiettivo di 30mila euro è stato superato ma la raccolta fondi resterà aperta fino a lunedì 31 maggio per raccogliere altro denaro da destinare esclusivamente al progetto di Cure2Children - intitolato alla memoria di Davide Astori - che da oltre 12 anni, cura i bambini affetti da tumori e gravi malattie ematologiche in Paesi in via di sviluppo.

 

Al progetto del murale si lega anche la realizzazione del primo documentario dedicato a Davide Astori. Il video realizzato da Edera Rivista, in collaborazione con Cure2Children e il Comune di Firenze, racconterà le creazione della grande opera in onore del Capitano Viola e sarà dedicato al rapporto di Astori con la città di Firenze, raccogliendo contributi di amici ed ex compagni, tra cui vari interventi di personaggi come Giancarlo Antognoni e Manuel Pasqual, ex capitani viola, intervistati al Museo del Calcio di Coverciano, o ancora l’ex allenatore della Fiorentina Stefano PioliGianluigi Buffon e molti altri. Il documentario uscirà durante la stagione estiva con una anteprima a Firenze e il ricavato andrà a favore di Cure2Children. Successivamente sarà disponibile sul canale Youtube di Edera Rivista. 

 

Astori, la maglia viola con il suo n.13, la fascia del Capitano “DA13”, raffigurante i colori dei quattro quartieri del Calcio Storico fiorentino, una fascia che è un simbolo per la Fiorentina, che ha continuato a farla indossare al capitano, ma la Lega Calcio adesso non concederà più la deroga all'utilizzo di fasce diverse. "La Fiorentina metterà un ricordo per Astori sulle nuove maglie", ha dichiarato Antognoni.

 

Dichiara Cristina Cianchi, la Presidente della Fondazione Cure2Children: “Occorre far capire quello che Cure2Children fa: queste sono le prime parole che Davide ha pronunciato in pubblico l’11 febbraio del 2018, soltanto pochi giorni dopo, precisamente il 4 marzo, se ne andava improvvisamente lasciandoci tutti attoniti. Può sembrare una frase di circostanza, ma Davide aveva perfettamente capito, da subito, l’importanza di far conoscere la missione di Cure2Children e il suo messaggio universale di speranza e di fede nell’umanità. E ancora… Ogni bambino ha diritto di giocare la sua partita. Sosteniamo Cure2Children!, è con queste sue parole che oggi, in occasione dell’inaugurazione di quest’opera, mi sento di affermare con forza che, chiunque vorrà onorare la memoria di Davide, lo può fare sostenendo e stando al fianco dei bambini di Cure2Children. Grazie Davide per tutto quello che hai fatto e per quanto ci hai lasciato”.

 

"Firenze era legata a Davide e Davide a Firenze - ha dichiarato il sindaco Dario Nardella - per ricordare questo legame profondo un palazzo della nostra città è diventato una tela sulla quale rappresentare, attraverso i colori e la raffigurazione che ne ha voluto dare l'artista Rosk, immagini dal forte valore simbolico. Per sempre potremo tramandare i valori morali e sportivi che hanno contraddistinto il nostro capitano".

 

"Davide ci ha insegnato la dedizione, ad essere seri, a non mollare mai - ha sottolineato l'assessore allo sport Cosimo Guccione - tanti ragazzi e ragazze, quando passeranno di qui, potranno ammirare questo murale e trovare uno stimolo in più per dare il massimo, credere nei propri sogni e crescere con i sani valori dello sport".

 

Questa nuova opera d'arte dedicata a Davide – spiega il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – per noi rappresenta un valore straordinario. Ricordare Astori, con il suo sorriso, era un dovere della città di Firenze, perché è stato un ottimo sportivo e un grande uomo. Averlo fatto con una nuova opera d’arte in via Canova, che a questo punto diventa la strada della street art, è stata la ciliegina sulla torta, perché è anche con l’arte urbana – continua Dormentoni – che i nostri quartieri si arricchiscono di bellezza e vivacità. Grazie di cuore a Giulio Rosk e alla Fondazione Cure2Children che va sostenuta per la sua preziosa opera di solidarietà internazionale”.

 

Aggiunge l’artista Giulio Rosk: “Sono felice e onorato di realizzare un’opera così importante per Firenze e per le persone che sono vicine a Davide, che lo hanno vissuto. Vorrei fortemente che il suo ricordo non rimanga in un campo da calcio ma tra le persone. Grazie a questo murale ho conosciuto Cure2Children, una fondazione che fa del bene, che aiuta il prossimo e porta avanti un progetto concreto per i bambini che hanno difficoltà”.

 

Affermano dalla famiglia di Astori: “Siamo felici che il ricordo di Davide sia caro a tante persone e possa ancora contribuire a fare del bene, ispirando a pensare a chi ha più bisogno: la Fondazione Cure2Children Onuls ne è un vero esempio. Siamo sempre stati orgogliosi sia dell’impegno sportivo che umano di Davide e questo murale ne è la testimonianza. Vogliamo ringraziare la città di Firenze per tutto l’affetto che continua a dimostrargli”.

 

Dichiara Roberto Selva, Chief Marketing & Customer Officer Esselunga: “Siamo orgogliosi di aver contribuito a donare alla città di Firenze questo bellissimo murale. Abbiamo dato il nostro sostegno e sono tante le persone che si sono unite partecipando alla raccolta fondi che permetterà alla Fondazione Cure2Children di portare avanti progetti per i bambini colpiti da gravi malattie nei Paesi in via di sviluppo. Una bellissima dimostrazione di generosità che in questo periodo storico assume un valore ancora più importante e testimonia quanto forti siano il ricordo di Davide Astori, vivo nella memoria di tutti noi, e il suo esempio di solidarietà”.

 

“Siamo particolarmente orgogliosi del fatto che il murales che rappresenta Davide Astori abbia trovato posto su un edificio di case popolari” - dichiara Luca Talluri, presidente di Casa Spa. “Lo siamo ancor più perché Davide, da capitano della Fiorentina, ha rappresentato e continua a rappresentare una figura cara al popolo, per questo si presta particolarmente ad arricchire un edificio di case popolari. È stato un giocatore simbolico, non solo per le qualità tecniche che aveva, ma soprattutto per quelle umane. Siamo inoltre convinti che insistere nell’utilizzo delle pareti degli edifici di case popolari come tele per opere d’arte, sia una scelta lungimirante che arricchisce di bellezza la città e il nostro patrimonio edilizio”. 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.