25 aprile e Primo maggio, Cgil e Uil Toscana proclamano sciopero nel commercio

'La Regione avrebbe dovuto intervenire, con ordinanze restrittive, come aveva fatto per le festività di Pasqua e Pasquetta'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 24 aprile 2021 17:44

Per le giornate del 25 aprile e del Primo maggio, Filcams Cgil e Uiltucs Uil Toscana proclamano uno sciopero nel commercio. “La Regione avrebbe dovuto intervenire, con ordinanze restrittive, come aveva fatto per le festività di Pasqua e Pasquetta”.


"La decisione di tenere aperti supermercati e centri commerciali, da parte di alcune aziende, per le festività del 25 Aprile e del Primo maggio, è vergognosa e irrispettosa verso i lavoratori e le lavoratrici, che continuano a dare dimostrazione, in questo drammatico momento, di grande responsabilità, garantendo un servizio fondamentale alla collettività. Rispettare il significato e il valore sociale di queste festività dovrebbe essere un dovere di tutti", si legge nella nota firmata da Filcams Cgil e Uiltucs Uil Toscana.

.
"Per questo anche la Regione avrebbe dovuto intervenire. Il nostro invito è “restiamo a casa” per tutelare la salute di chi lavora e di tutti noi".

 

Filcams Cgil e Uiltucs Uil della Toscana proclamano astensione e sciopero dal lavoro per le festività di 25 aprile e Primo maggio, sottolineando "quanto molte sentenze hanno sancito: il lavoro nelle festività civili e religiose individuate dal Contratto nazionale non è un obbligo. Il lavoratore non può essere comandato al lavoro senza il proprio consenso. Le Festa non si vende, si vive".

 

Unicoop Firenze fa sapere che domenica 25 aprile e sabato 1° maggio tutti i supermercati Coop.fi resteranno chiusi.

 

Immagine di repertorio

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.