Toscana in zona rossa, cosa cambia da lunedì 29 marzo

Dagli spostamenti ai negozi

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

lunedì 29 marzo 2021 09:07

Dopo una zona arancione inizata il 14 febbraio, e durata più di un mese, i toscani si trovano adesso a fare di nuovo i conti con restrizioni maggiori, restrizioni che in alcune province e comuni sono già una realtà da alcune settimane, per via delle zone rosse locali istituite dalla Regione. 

 

Inizia oggi, lunedì 29 marzo, la zona rossa per tutta la Toscana. 


Cosa comporta la zona rossa? 

 

Scuola. Innanzitutto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, con attivazione della didattica a distanza. 

 

Spostamenti. Gli spostamenti sono vietati, anche all'interno del proprio comune, se non per comprovate esigenze di lavoro, o per situazioni di necessità e motivi salute. Resta in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5. 

 

Negozi. Chiudono anche i negozi, ad eccezione di quelli alimentari e di prima necessità (tra gli altri: supermercati, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie, fioristi, librerie, negozi per bambini, ferramenta, negozi di articoli sportivi e di elettronica). Chiusi anche i banchi non alimentari dei mercati. Chiusi i parrucchieri, i barbieri, e i centri estetici.

 

Ristorazione. Bar e ristoranti restano chiusi, ma potranno effettuare consegne a domicilio (senza restrizioni di orario) e vendita da asporto (fino alle 22 per i ristoranti e alle 18 per i bar, ma a Firenze, per ordinanza comunale, nel fine settimana la vendita di alcolici si stoppa alle 16, anche nei supermercati). E' vietato consumare all’interno dei locali e nelle immediate vicinanze.

 

Sport. Restano chiuse palestre e piscine. L'attività motoria è consentita nei dintorni dell'abitazione. L'attività sportiva è consentita solo all'aperto e in forma individuale.

 

Non sono permesse visite a parenti e amici, ad eccezione dei tre giorni di zona rossa nazionale per Pasqua: 3-4-5 aprile, quando sarà possibile, come è stato per Natale, una visita al giorno all'interno della propria regione, dalle 5 alle 22, in un massimo di 2 persone (in cui non rientrano i minori di 14 anni e le persone non autosufficienti).

 

La Toscana resterà in zona rossa almeno fino a martedì 6 aprile, giorno di scadenza dell’attuale Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri.

 

LEGGI ANCHE: Toscana, stop alle seconde case: la nuova ordinanza vieta raggiungerle da fuori regione

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.