La Toscana resta arancione ma scattano zone rosse locali. Scuole chiuse in alcuni comuni

L'annuncio di Giani. 'Situazione sotto controllo'. La provincia di Pistoia resta rossa

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 05 marzo 2021 19:46

La Toscana rimane arancione anche la prossima settimana, ma alcune zone si tingono di rosso. Ad annunciarlo è il presidente della Regione Eugenio Giani, in una diretta sui social.

 

"Questo del venerdì sera sarà un appuntamento fisso finché ci sarà in vigore il Dpcm Draghi, ovvero almeno fino al 6 aprile. L'aggiornamento settimanale rispetto ai colori lo avevamo già, ma secondo il nuovo Dpcm il presidente della Regione può disporre dei provvedimenti più restrittivi, come zone rosse locali e la chiusura delle scuole".

 

Toscana arancione. "A questo proposito ho costituito il Ceps, comitato d'emergenza per la prevenzione scolastica, che riunisco subito dopo aver saputo la zona in cui il Minuistero ci ha classificato. Oggi abbiamo avuto la comunicazione che la Toscana sarà in zona arancione per la prossima settimana. Non abbiamo dati da zona rossa, ma per evitare situazioni peggiori, il presidente della Regione può fissare misure più restrittive", afferma Giani. 

 

Pistoia resta rossa, da valutare la situazione di Siena. "La prima riunione del Ceps si è conclusa da poco, ma ancora ci sono alcune zone di cui dovremo parlare. In alcuni territori si è resa necessaria la zona rossa, decisa previa riunione con i sindaci delle singole zone. Con i sindaci del pistoiese è stata presa la decisione di rimanere ancora una settimana in zona rossa per l'intera provincia di Pistoia, quindi oltre al divieto di spostamento, alla chiusura delle attività e della ristorazione, è disposta anche la chiusura delle scuole. La Toscana, considerando i contagi ogni 100mila abitanti, con 250 come limite, ha un indice di 129 a Grosseto, 141 a Livorno, 171 a Pisa e 176 a Firenze, (ma più alto nell'empolese). A Massa 210, a Lucca 231, ad Arezzo 233. A Prato 250, a Siena 252, 378 a Pistoia". 

 

"Accanto a questo abbiamo un'analisi maturata nei singoli comuni. Due comuni saranno zona rossa la prossima settimana, e sarà un provvedimento condiviso con i sindaci: Cecina (Livorno) e Castellina Marittima (Pisa)".

 

Chiudono le scuole in alcuni comuni toscani. "Per quanto riguarda le scuola: i comuni che superano i 250 contagi ogni 100mila abitanti sono 76, quasi un terzo dei comuni toscani. Mi sono sentito con i sindaci, e cito i primi 10 comuni. Civitella Paganico, Marciano della Chiana, Lamporecchio, Massa e Cozzile, Ponte Buggianese, Castelnuovo Berardenga, Quarrata, Certaldo, che ha 60 bambini della materna positivi, Lucignano. In questi comuni intanto saranno chiuse le scuole, ma è possibile che ce ne siano ancora, di comuni che prenderanno provvedimenti sulle scuole. Ad Arezzo e a Siena è probabile che scatti la chiusura delle scuole".

 

"Procederemo con l'individuazione chirurgica delle zone rosse e dei comuni in cui vediamo che l'accelerazione del virus è stata nelle scuole. Saranno poche le realtà in cui succederà, ho sentito ipotizzare la chiusura in comuni con i numeri bassi, ma questo non succederà".

 

"La Toscana ha poco più di 1200 contagiati e rispetto ad altre realtà come la Lombardia con più di 5mila contagi, siamo in una situazione di tenuta e di controllo. Le terapie intensive superano di poco i 170 posti occupati e possiamo arrivare fino a 700 letti di terapia intensiva. Pur nell'aumento dei casi, ora la curva sembra stabilizzarsi e siamo in grado di tenere sotto controllo la situazione, ma faccio un appello ad alzare la guardia. So che nessuno ne può più di questi provvedimenti ma dobbiamo reggere. La cosa fondamentale è vaccinare, la Toscana è riuscita ad avere più vaccini e abbiamo somministrato 358mila dosi di vaccino. Il sistema sta iniziando a funzionare a tutto campo. Ormai vicini a 100mila persone che hanno avuto anche il richiamo", conclude Giani.

 

 

LEGGI ANCHE:

 

Bollettino del 5 marzo 2021

 

Il nuovo Dpcm in vigore fino al 6 aprile

 

Nuovo Dpcm e scuola, Giani: 'Riunirò un comitato apposito per decidere se chiudere'

 

Firenze, controlli anticovid rafforzati nel fine settimana: dalle piazze ai parchi

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.