Scarperia e San Piero, controlli in una ditta di sabbiatura e verniciatura. Scoperte delle irregolarità

Sono scattate una denuncia e una sanzione

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 16 marzo 2021 11:38

Controlli su una ditta che effettua attività di trattamento tramite sabbiatura di metalli ferrosi e non ferrosi e verniciatura con fondi protettivi per conto terzia Borgo San Lorenzo, scoperte alcune irregolarità. 

 

I militari forestali e il personale del Dipartimento ARPAT di Firenze hanno riscontrato una serie di irregolarità per quanto concerne l’applicazione del T.U.A. (Testo Unico Ambientale). Una prima irregolarità ha riguardato l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera, che risultava scaduta dalla data 31.12.2013 poiché l’impresa non ha presentato istanza di rinnovo. Oltre a svolgere l’attività in assenza di autorizzazione all’emissione, la ditta non aveva eseguito le analisi di autocontrollo alle emissioni prescritte dall’atto autorizzativo scaduto.

 

Sono stati riscontrati illeciti anche dalla verifica delle modalità di gestione del deposito temporaneo, infatti è emerso che i rifiuti pericolosi e non pericolosi erano stoccati esternamente allo stabilimento, su una platea cementata priva di copertura. Non tutti i rifiuti erano correttamente identificati infatti alcuni big bags non riportavano l’indicazione della tipologia del rifiuto contenuto, erano privi dell’indicazione di pericolo e non erano depositati e raggruppati per categorie omogenee.

 

Inoltre dall’esame delle dichiarazioni MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) relative ai rifiuti prodotti e smaltiti negli anni 2018 e 2019 è emerso, per le tipologie di rifiuto “residui di materiali di sabbiatura, contenente sostanze pericolose” e “imballaggi contenenti residui di sostanza pericolose o contaminati da tali sostanze”, che la ditta ha effettuato un deposito superiore ad un anno, in violazione alle condizioni stabilite per il deposito temporaneo dal T.U.A..

 

Per le irregolarità riscontrate, il titolare nonchè legale rappresentante della ditta è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Firenze. In applicazione al T.U.A. è stata inoltre comminata una sanzione amministrativa di 516 Euro.

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.