Scuola, bene il rientro degli studenti nella Metrocittà di Firenze. Nardella: 'Lavoro di squadra fondamentale'

Funziona il Piano per ingressi, uscite, Tpl e fermate

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

lunedì 11 gennaio 2021 16:25

La prima giornata di rientro a scuola del 50 per cento degli studenti degli istituti superiori fiorentine si è svolta in modo ottimale. Notizie positive da tutto il territorio, fa sapere la Città Metropolitana di Firenze. 

 

Il piano di rientro è frutto del tavolo di lavoro coordinato dalla Prefettura di Firenze e composto da Regione Toscana, Città Metropolitana, Comune di Firenze e Comuni del territorio metropolitano, Unioni dei Comuni, Ufficio scolastico regionale, Motorizzazione civile e aziende del trasporto pubblico, sia su gomma che su ferro. L’obiettivo del piano era ed è quello di agevolare i flussi in entrata ed uscita dalle scuole e l'ordinata fruizione dei mezzi pubblici, garantendone il riempimento secondo le percentuali previste, evitando assembramenti alle fermate. Previsto il coinvolgimento, su tutto il territorio della Città Metropolitana, di oltre 200 operatori al giorno, tra 62 operatori delle Polizie municipali, 4 della Polizia provinciale della Metrocittà, 45 steward privati, 14 “facilitatori” delle aziende di trasporto, e oltre 80 volontari della Protezione civile, nonché l’impiego di oltre 20 pattuglie delle Forze dell’Ordine (Polizia, Carabinieri e Finanza) in modalità dinamica, per un totale di circa 50 unità.

 

Circa gli edifici scolastici, si sta cercando di risolvere problemi all'impianto di riscaldamento dell'Elsa Morante, in via Chiantigiana, dove i tecnici sono a lavoro con l'introduzione di valvole di sezionamento per individuare una perdita. Per questo motivo gli studenti non sono potuti rientrare nelle aule.

 

Tutto è andato bene, senza particolari criticità. Dal punto di vista della sicurezza, dell’uso del trasporto pubblico e del traffico è stata una giornata positiva” ha osservato il sindaco di Firenze, Dario Nardella. "Il centro operativo comunale è rimasto aperto in seduta permanente. Importante la risposta sopra ogni aspettativa dei volontari, quasi un centinaio coordinati dalla protezione civile. Abbiamo registrato un lieve aumento di traffico nelle fasce di punta, fisiologico in zona gialla, ma sempre senza particolari problemi, neppure nell’area interessata da lavori della tramvia. Si tratta del risultato di un bel lavoro di squadra per cui ringrazio gli assessori Funaro, Meucci e Giorgetti, il sindaco Casini quale consigliere delegato della Città metropolitana. Un ringraziamento speciale va ai dirigenti scolastici che hanno organizzato nel migliore dei modi la movimentazione degli studenti, rispettando la griglia di fasce orarie stabilita con la prefettura e ai circa 21 mila ragazze e ragazzi di tutto il territorio metropolitano che si sono mossi bene e nel rispetto delle regole. Possiamo affermare quindi che il test più difficile di tutta la Regione Toscana, cioè l’area metropolitana fiorentina si è concluso con successo, confidiamo di poter andare avanti con continuità, auspicando che non arrivino input opposti a livello nazionale e che questo possa essere anche un modello per dimostrare che è possibile tenere le scuole aperte, con gli accorgimenti e l’attenzione necessaria”.

 

Gli orari di ingresso e di uscita degli studenti sono stati scaglionati, in generale, tra le 8 e le 10.10 e tra le 12.30 e le 15 (vi sono anche istituti dove sono stati previsti turni pomeridiani). Per garantire il rientro in classe in sicurezza è stato potenziato il servizio di trasporto, con l’attivazione di 47 mezzi per il servizio extraurbano, la messa in riserva di 5 mezzi “jolly” per eventuali criticità e il rafforzamento delle linee “forti” nell’area urbana fiorentina. 

 

Solo a Firenze impegnati oltre 100 agenti della Polizia Municipale la mattina e il pomeriggio, per il presidio nelle scuole sia primarie che secondarie, tra pattuglie statiche e dinamiche, ha fatto sapere Palazzo Vecchio. Presidiati gli accessi delle scuole negli orari di entrata, prevalentemente con volontari di protezione civile, e negli orari di uscita con le forze di polizia e gli steward, che invece nelle fasce orarie della mattina hanno lavorato su diverse fermate delle linee tranviarie 1 e 2 e del trasporto su gomma ubicate in piazza San Marco, piazza Indipendenza, piazza Puccini, piazza Stazione Santa Maria Novella e piazza Adua. I dirigenti scolastici hanno assicurato l’adozione di misure organizzative finalizzate a evitare l’assembramento degli studenti, anche consentendone, laddove possibile, l’ingresso in aula anticipatamente rispetto all’effettivo orario di inizio delle lezioni.

 

Foto tratta dalla pagina Facebook di Lorenzo Falchi, sindaco di Sesto Fiorentino
 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.