Prato, armato di coltello rapina un uomo e scappa sequestrando un'auto con due persone a bordo

Arresto per rapina aggravata, resistenza e minacce a P.U., sequestro di persona e porto abusivo di arma

Galleria immagini

944 Visualizzazioni

giovedì 25 giugno 2020 19:47

Il fatto risale alla mattina di ieri, mercoledì 24 giugno, quando la polizia è intervenuta nella zona di via Bologna, a Prato, in ausilio ad un Ufficiale dell’Arma dei Carabinieri che, libero dal servizio, stava rincorrendo un individuo, armato di coltello, resosi responsabile poco prima di una rapina, nella non lontana via Terracini, in danno di un uomo.

 

Il rapinatore, come si legge nella nota della questura, ha tentato di guadagnare la fuga bloccando un’auto di passaggio, con due persone all'interno, salendovi a bordo e minacciando il conducente con il coltello.

 

L’Ufficiale dei Carabinieri, che si trovava sulla propria auto privata in compagnia della moglie, ha inseguito il veicolo su cui si trovava il rapinatore, riuscendo a chiudergli la strada. Il rapinatore ha proseguito la fuga a piedi in direzione Centro città.

 

L’Ufficiale dell’Arma, qualificatosi, ha intimato al rapinatore di fermarsi, senza successo. Una delle Volanti, ha intercettato il fuggitivo in via Vincenzo da Filicaia, quasi all’altezza di via Strozzi, dove gli operatori sono riusciti a bloccarlo e disarmarlo. L’uomo in seguito è stato identificato per un quarantaquattrenne albanese residente a Prato, pluripregiudicato anche per reati specifici e di natura associativa, con condanne per rapina aggravata finite di scontare solo recentissimamente.

 

E' stato poi accertato che lo stesso aveva appena rapinato il titolare di una sala giochi della zona mentre si accingeva ad entrare nella filiale di un banca di via Terracini, per versare un’ingente somma, circa 20.000 euro, di cui il rapinatore si era appropriato con violenza.

 

L'uomo veniva pertanto tratto in arresto nella flagranza dei reati di rapina aggravata, resistenza e minacce a P.U., sequestro di persona e porto abusivo di arma, venendo tradotto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso la locale Casa Circondariale, in attesa del rito direttissimo.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.