Controlli in un allevamento ovicaprino, insetti e sporcizia sui formaggi: sequestro e denuncia

Riscontrate pessime condizioni igienico sanitarie, denunciato il conduttore dell'allevamento

Galleria immagini

1336 Visualizzazioni

giovedì 04 giugno 2020 13:23

Una situazione "decisamente impressioante", così hanno definito quello che hanno riscontrato i militari della Stazione Forestale di Ceppeto (Firenze), in un controllo, effettuato insieme alla Polizia Municipale, in un allevamento ovicaprino nel comune di Signa, dove era stato allestito un laboratorio di trasformazione del latte in prodotti caseari, formaggi di latte ovino e ricotte.

 

La situazione che i militari riscontravano era decisamente impressionante per le cattive condizioni di conservazione degli alimenti, si legge in una nota diffusa dai militari.

 

Le attività di trasformazione venivano condotte in spazio aperto su piattaforma in cemento, sotto una tettoia fatiscente, e in parte su terreno a fondo naturale. Le superfici si presentavano sporche e in condizioni igienico sanitarie carenti così come le attrezzature utilizzate per la cottura del latte e il lavaggio delle formelle. 

 

I militari rinvenivano una ventina di forme di pecorino fresche, tenute su un pancale di legno sudicio, contenute in formelle. I prodotti caseari erano oggetto di infestazione di mosche e altri insetti e presentavano la superficie imbrattata di polvere. Altre sei forme stagionate erano conservate su un supporto di legno, di fronte ad un container utilizzato ad uso abitativo, dove era allestita una cucina e due posti letto. In particolare all’interno erano presenti due persone extracomunitarie prive di documenti di identificazione, sottoposti poi a fotosegnalamento. 

 

Sul posto erano liberi di accedere vari cani utilizzati per le attività di ausilio alla custodia dell’allevamento. I formaggi si presentavano in cattivo stato di conservazione e in almeno uno con la superficie erosa da morso di animali di piccola taglia. 

 

Sia all’esterno che all’interno del container, sono state rinvenute circa duecentocinquanta formelle usate e circa duecento formelle nuove, per la conservazione del formaggio.  

 

I militari e la polizia municipale, considerato che l’attività posta in essere si configurava come produzione alimentare, ed essendo il formaggio tenuto in pessimo stato di conservazione, esposto agli agenti atmosferici e ai parassiti, così da creare pericolo di danno per la salute pubblica, hanno proceduto al sequestro penale preventivo dello stesso e alla denuncia all’AG del conduttore dell’allevamento.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.