Firenze, fase 2: focus su parchi e giardini

I parchi e i giardini aperti dal 4 maggio

Galleria immagini

2158 Visualizzazioni

sabato 02 maggio 2020 18:00

Con l’ordinanza “Firenze, fase 2” firmata dal sindaco Nardella, dal 4 maggio riaprono tutti i parchi, giardini e aree verdi non recintati, ma anche le piazze cittadine con presenza di aree verdi, e i parchi recintati di Villa Favard e Area Pettini (Q2), Rusciano (Q3), Villa Vogel e Villa Strozzi (Q4), San Donato, Don Forconi e il Giardino dell’Orticoltura (Q5).

 

Rimangono ovunque chiuse le aree attrezzate per il gioco dei bambini e per l’attività fisica, gli impianti sportivi a libera fruizione (campi da basket, calcetto, piste di pattinaggio, skate park e altri), così come previsto dall’ultimo dpcm per limitare la diffusione del contagio in luoghi potenzialmente a rischio.

 

Restano temporaneamente chiuse anche le aree per cani, i fontanelli erogatori di acqua potabile e acqua potabile di alta qualità, e gli altri parchi, giardini e aree verdi recintate non compresi nell’elenco. 

 

Il periodo di apertura dei parchi e giardini recintati sarà sette giorni su sette, dalle 9.30 alle 18.30. Nei parchi, giardini e aree verdi aperti sarà consentita l’attività sportiva o motoria svolta individualmente o con accompagnatore per minori e persone non completamente autosufficienti. Rimangono vietate le attività ludiche o ricreative, ogni forma di assembramento di persone e ogni altra attività non consentita dal dpcm del 26 aprile 2020. 

 

I controlli saranno svolti da polizia municipale e forze dell’ordine, con il supporto delle associazioni di volontariato e di protezione civile. Nei parchi, giardini e aree verdi riaperti al pubblico sarà riattivato il servizio di pulizia e vuotatura dei cestini per rifiuti, mentre le attività di pulizia e sanificazione degli arredi installati avverranno nell’ambito del programma in atto di pulizia e sanificazione degli arredi della città. 

 

Dal 4 all’11 maggio sarà monitorato il rispetto delle regole dei cittadini, ell’esito di questa prima settimana, l’amministrazione ha predisposto una roadmap per le aperture successive. Dall’11 maggio è infatti prevista (in caso di monitoraggio e valutazione positivi) la riapertura progressiva dei restanti parchi, giardini e aree verdi recintati, in base alle loro dimensioni e caratteristiche, e con particolare riferimento ai giardini gestiti da associazioni già convenzionate con il Comune di Firenze che possono esercitare un controllo sull’affollamento. Sempre progressivamente, dall’11 maggio si procederà anche alla riapertura delle aree cani, in base alla dimensione e alle caratteristiche, e dei fontanelli presenti in queste aree. 

 

L’accesso è vietato alle persone sottoposte a quarantena o risultate positive al virus, le quali non devono muoversi dalla propria abitazione; alle persone con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C), le quali devono rimanere presso il proprio domicilio, limitare al massimo i contatti sociali e contattare il proprio medico curante. L’accesso è fortemente sconsigliato alle persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, alle quali si raccomanda di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora, se non nei casi di stretta necessità. 

 

Sarà in ogni caso necessario rispettare alcune regole di comportamento per la fruizione di queste aree: è vietata ogni forma di assembramento, con l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività; i minori e le persone non completamente autosufficienti devono essere accompagnati; è obbligatorio indossare protezioni delle vie respiratorie (mascherine) nel rispetto delle misure di prevenzione stabilite a livello nazionale e regionale; il contatto con gli elementi di arredo (panchine, tavoli, lampioni, recinzioni e altro) è consentito solo indossando guanti monouso; non è consentito l’uso contemporaneo della stessa panchina da parte di più persone appartenenti a nuclei familiari diversi.

 

Inoltre, raccomandato ai minori e alle persone non completamente autosufficienti e ai relativi accompagnatori di utilizzare preferibilmente i parchi, giardini e le aree verdi recintati. Lo svolgimento, in forma individuale, di attività sportiva o motoria è raccomandato invece nei parchi, giardini e aree verdi non recintati. 

 

All’interno delle aree verdi con delimitazione fisica riaperte al pubblico (ovvero il Parco di Villa Favard, l’area Pettini Burresi, il Parco di Rusciano, il Parco di Villa Vogel, il Parco di Villa Strozzi, il Parco San Donato, il Parco Don Forconi e il Giardino Orticoltura), è assicurata, a partire dal 6 maggio 2020, la presenza – che verrà adeguatamente segnalata nei cartelli informativi all’ingresso – di personale comunale inserito nel progetto su base volontaria insieme a volontari, per accogliere e facilitare le famiglie con bambini nella fruizione delle opportunità offerte dall’area verde, anche da un punto di vista educativo, nel rispetto delle misure di prevenzione.

 

Pur restando chiuse, per disposizione del Governo, le aree gioco, il Comune di Firenze da mercoledì 6 maggio aiuterà quindi le famiglie con bambini a svolgere attività adeguate nei parchi. “Siamo la prima città italiana a prevederlo – ha spiegato l’assessore all’educazione Sara Funaro – lo faremo nel rispetto delle misure di prevenzione. Dal 6 maggio si parte con il primo step, ovvero con l’attività di accompagnamento e orientamento da parte del personale alle famiglie con bambini nei parchi elencati sopra, questo in attesa che arrivino dal Governo le norme di riferimento per poter attivare il progetto Pollicino Verde in parchi pubblici e in giardini di nidi e scuole dell’infanzia.  Per noi l’attenzione ai bambini e alle famiglie è fondamentale e questa è la prima risposta che possiamo dare ma stiamo lavorando per portare avanti tutte le azioni possibili perché la socializzazione è fondamentale per i nostri cittadini più piccoli ”. 

 

 

Aree verdi non recintate che riaprono dal 4 maggio (elenco non esaustivo):

 

• Parco delle Cascine (Q1)

• Parco Bobolino ( Q1)

• Passeggio del Viale dei Colli e rampe del Poggi (Q1 e Q3)

• Piazzale Michelangelo (Q1)

• Giardini di Piazza D’Azeglio (Q1)

• Giardini di Piazza Indipendenza (Q1)

• Giardini di Piazza Demidoff (Q1)

•     Giardini di Piazza Tasso (Q1)

• Verde decorativo di Piazza S. Spirito (Q1)

• Giardini di Piazza Puccini (Q1)

• Giardini Fortezza (Q1)

•  Parco del Mensola (Q2)

• Giardino Caponnetto di L.no del Tempio (Q2)

• Giardini di L.no Colombo e L.no Moro (Q2)

• Giardini Via Lungo l’Affrico e V.le De Amicis (Q2)

• Giardini check point (Via Venosta – Via Dalla Chiesa Q2)

• Giardini di Piazza della Libertà (Q2)

• Giardini di P.le Donatello (Q2)

• Giardini di Piazza Savonarola (Q2)

 

• Parco Anconella / Albereta (Q3)

• Parco Viale Tanini (Q3)

• Parco Pozzolatico (Q3)

• Parco Bosco di Sorgane (Q3)

• Giardini di Piazza Francia (Q3)

• Giardini di Sorgane (Q3)

• Verde decorativo di Piazza Acciaioli (Q3)

 

• Parco dell’Argingrosso (Q4)

• Parco di Ugnano (Q4)

• Giardini di L.no dei Pioppi (Q4)

• Giardini Argingrosso interni (Q4)

• Giardini San Bartolo a Cintoia (Q4)

• Giardino Montagnola (Q4)

• Giardini Isolotto vecchio (Q4)

 

• Aree Verdi delle Piagge (Q5)

• Giardini di Piazza I Maggio (Q5)

• Giardino Forlanini (Q5)

• Giardini di San Piero a Quaracchi (Q5)

• Giardini di Piazza Costituzione (Q5)

• Giardini di Piazza Giorgini (Q5)

• Giardini di Piazza Tanucci (Q5)

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.