Firenze, inaugurato il nuovo pronto soccorso dell'ospedale Meyer

Cronaca
19/11/2019

Ecco le novità

Il pronto soccorso del Meyer rivoluziona il suo modello organizzativo, amplia i suoi spazi e rinnova gli arredi per rendere più piacevole l’attesa dei bambini e delle loro famiglie.

 

Una delibera regionale prevede l’entrata in vigore di nuovi codici utilizzati al momento del triage dei pazienti e alcune sostanziali novità nei percorsi assistenziali. Tutto questo si accompagna ad l una nuova concezione negli spazi dell’attesa, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza del servizio. E, dopo una sperimentazione di otto mesi, entra a regime l’infermiere di flusso.

 

 

"Il pronto soccorso è un luogo strategico, uno dei punti più caldi di un ospedale - ha detto l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - E se questo è vero per tutti gli ospedali, lo è ancora di più per un ospedale pediatrico, dove le cure mediche devono andare incontro alle esigenze dei bambini e dei loro genitori. In quest'ultimo periodo stiamo attuando un Piano di azioni destinate a migliorare l'esperienza di pazienti e accompagnatori in tutti i 38 pronto soccorso della Toscana. Quello che si inaugura oggi qui al Meyer è la concreta realizzazione di quanto abbiamo voluto mettere in atto con il nostro Piano: un nuovo modello organizzativo, con i nuovi codici di triage, dai colori ai numeri; ma anche spazi rinnovati e più ampi, operatori appositamente formati che faranno da tramite tra medici e infermieri e familiari, un'accoglienza che renderà l'attesa più breve e confortevole. Per un ospedale pediatrico, come il Meyer, sempre più amico dei bambini".

 

Al momento dell’ingresso in pronto soccorso, ogni bambino viene valutato in base alla sintomatologia e alla gravità delle sue condizioni . Finora, questa classificazione iniziale, fondamentale per garantire una corretta presa in carico del paziente, era identificata attraverso una scala di quattro colori: da rosso a verde. Da oggi, con la riforma in atto, l’infermiere di triage attribuirà un numero da 1 a 5, dove l’1 indica una situazione di emergenza mentre il 5, seguendo una scala crescente, individua la non urgenza.

 

A questo cambiamento corrisponde una modifica sostanziale nell’assistenza del piccolo paziente, con la creazione di aree diverse per percorsi differenziati. I codici 1 e 2 entreranno in tempi rapidi in una linea ad alta complessità e saranno gestiti all’interno del pronto soccorso; i codici 3 saranno accolti in una linea a media complessità, sempre gestita all’interno del pronto soccorso, mentre i codici 4 e 5, che riguardano i casi meno gravi, saranno presi in carico all’interno di un percorso a bassa complessità. In quest’ultimo, sono previsti servizi, attivabili direttamente al momento del triage.

 

Questa differenziazione dei percorsi permetterà di gestire in modo ottimale le situazioni di massiccio afflusso. L’obiettivo è anche quello di ridurre i tempi di attesa per le problematiche meno gravi.

 

 

Tra le novità destinate a migliorare l’organizzazione dell’accoglienza c'è  la creazione di uno spazio di attesa interno al pronto soccorso: qui trovano posto i bambini e gli adolescenti che hanno già effettuato il triage e che necessitano di un breve periodo di osservazione oppure devono essere sottoposti a un accertamento per definire meglio il quadro clinico. Esistono regole precise da rispettare: in questo lasso di tempo, un solo genitore può rimanere accanto al figlio, ma la permanenza dei bambini all’interno di un’area “osservata” rappresenta un elemento di serenità per tutta la famiglia. 

 

Un'altra novità è la figura dell’infermiere di flusso, ovvero un infermiere esperto del funzionamento del pronto soccorso e della struttura ospedaliera nella sua interezza: la sua principale funzione è quella di mantenere una visione generale sui flussi dei pazienti sia nella parte del percorso che essi svolgono all'interno del pronto soccorso sia in previsione del successivo trattamento, dimissione, ricovero o trasferimento in altra struttura. 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.