Prato, inaugurati i nuovi giardini di via Vulcano a Tobbiana

Prato
23/09/2017

Taglio del nastro con il sindaco Biffoni

Taglio del nastro per i nuovi giardini di Tobbiana a Prato. Questa mattina, come riporta una nota del comune di Prato, il sindaco Matteo Biffoni e l'assessore all'Ambiente Filippo Alessi hanno inaugurato i nuovi giardini di via Vulcano a Tobbiana.

 

Per un costo totale di 150mila euro, gli interventi hanno portato alla realizzazione, al centro dell'area verde, di una piazza, ai cui lati sono state inserite delle gradinate trattate in superficie con vernici colorate poliuretaniche da esterni. Realizzato anche un attraversamento pedonale in corrispondenza della piazza e della pista ciclabile.

 

L'area giochi è stata sostituita con una nuova, leggermente spostata verso nord, ed è stato installato anche un nuovo campo polivalente. Infine è stata sostituita la recinzione dell'area sgambatoio e potenziato il sistema illuminante.

 

"Questo è certamente un intervento importante per la frazione - ha affermato il sindaco Matteo Biffoni -. I cittadini, con i quali c'è stato un rapporto costante e ricco di consigli e suggerimenti, avevano indicato la necessità di riqualificare i giardini, così frequentati da chi abita a Tobbiana e non solo. Siamo felici del risultato e speriamo che questo luogo possa essere sempre più vissuto da grandi e piccoli".

 

"Abbiamo realizzato gli interventi pensando a tre aree diverse all'interno di un unico luogo, lo spazio polivalente, la piazza e l'area giochi proprio per dare risposta alle necessità di ciascuno - ha sottolineato l'assessore Filippo Alessi -. Ci auguriamo che questo spazio, creato con il supporto fondamentale dei cittadini, possa essere aggregante".

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

Icons made by Icons8, Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.