Vis Art

Lavori Franchi, dove giocherà la Fiorentina? Riunione in Prefettura, Empoli chiude ancora

Nardella: 'Ipotesi di far slittare i lavori. Fondamentale salvare i 150 milioni'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 11 gennaio 2024 19:59

Dove andrà a giocare la Fiorentina? A breve partiranno i lavori per il restyling dello stadio Franchi (inizialmente in curva Ferrovia) e del quartiere di Campo di Marte, secondo contratto la società viola dovrà lasciare lo stadio a giugno per poi poterlo riavere, rinnovato, ad inizio 2027. Ma i punti interrogativi sono tanti, perché lo stadio Padovani, che a sua volta dovrà essere sottoposto a restyling (e ampliamento della capienza), non sarebbe pronto prima dei primi mesi del 2025. Con diversi milioni in ballo ancora non coperti e con la Fiorentina che fin non si è espressa in toni entusiastici per il trasferimento nello stadio del rugby.

 

Dopo frecciate a distanza, polemiche e comunicati, si è tenuta questa sera in Prefettura a Firenze la prima riunione ufficiale sul tema, con la presenza del presidente della Regione Eugenio Giani, del sindaco di Firenze Dario Nardella con l'assessore Cosimo Guccione, della sindaca di Empoli Brenda Barnini, del Questore Maurizio Auriemma, di Joe Barone e Luca Lotti, rappresentanti di Fiorentina ed Empoli, e Andrea Butti per la Lega Serie A.

 

Un incontro interlocutorio, definito dalle istituzioni, per mettere sul piatto tutte le criticità e tutte le possibili soluzioni ad un problema serio per la Fiorentina, visto che nel frattempo anche diverse opzioni in Toscana e fuori Regioni (Modena o Cesena, ad esempio) si sono rivelate impraticabili. Con i fondi derivanti dal PNRR e relativi al PNC, la scadenza dei lavori è per fine 2026, con il sindaco Nardella che ha già scritto al Governo (così come contatti ci sono stati anche da parte della Fiorentina) per chiedere un eventuale slittamento dei cantieri per permettere alla società viola di continuare a giocare al Franchi (almeno) per la prima parte della prossima stagione (2024/2025).

 

Per molti l'ipotesi più praticabile sarebbe quella di un trasloco temporaneo, per 8-10 mesi, al Castellani di Empoli, almeno finché non sarà pronto il nuovo Padovani, adiacente al Franchi. Per molti... ma non per la sindaca di Empoli, Brenda Barnini, che anche all'uscita dall'incontro odierno ha ribadito la sua posizione contraria: "E' stata una riunione interlocutoria, è il primo momento in cui tutti gli interpreti si sono seduti a un tavolo istituzionale. Il Comune di Empoli ha ribadito la propria posizione, già nota in precedenza. Non abbiamo cambiato idea. Anzi, mi pare di poter dire che le nostre ragioni stasera siano state maggiormente comprese“.

 

Se da Empoli la porta è rimasta chiusa, con il dg della Fiorentina Joe Barone che ha lasciato la Prefettura senza rilasciare dichiarazioni (la società viola probabilmente si aspettava qualche passo in avanti in più oggi, non un nuovo rinvio nei tempi), il Prefetto Francesca Ferrandino ha fatto il punto della situazione: "Era la prima riunione che abbiamo deciso con il presidente della Regione, i sindaci di Empoli e di Firenze, i rappresentanti delle squadre, delle forze dell'ordine e della Lega Calcio. Ci siamo chiariti le idee su tutte le criticità e tutte le possibilità che sono al vaglio. Ci siamo presi del tempo e ci siamo confrontati. È stato posto sul tavolo tutto ciò che ruota intorno alla partita di calcio, in termini di tempistiche, sostenibilità delle strutture, volontà della città. Ci siamo dati un tempo molto breve per poi rincontrarsi successivamente".

 

Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella: "E' la prima volta che ci troviamo tutti insieme. Abbiamo vagliato tutte le varie opzioni. Per noi da un lato è fondamentale salvare i 150 milioni di euro che abbiamo ottenuto con grande fatica, unica città in Italia ad averlo fatto, dall'altro andare incontro alle esigenze della squadra, dei tifosi, della società individuando la migliore soluzione possibile perché ritengo che le due cose possono stare insieme. Abbiamo la possibilità di esaminare e agire su più fronti in questi giorni, insieme, assumendoci ognuno il proprio compito e lavorando nell'interesse della città, di questa importante opera pubblica, dei tifosi e della società. Con Barone abbiamo parlato a lungo, abbiamo condiviso le valutazioni su tutte le opzioni possibili. Rinviare i lavori? E' una delle opzioni di cui abbiamo parlato. Prossimo incontro? Speriamo a breve. Mettiamoci ora al lavoro".

 

Infine il commento di Eugenio Giani: "Io ritengo sia stato un incontro davvero utile, ha consentito con chiarezza di mettere tutte le opzioni possibili in campo. Ringrazio la Prefetta perché ha avuto un ruolo di coordinamento della riunione e sviluppo dei temi. Temi delicati, giusto prendersi qualche giorno per riflettere e poi cerchiamo una sintesi e una soluzione. Oggi era utile mettere tutto in campo, poi è opportuno riflettere e prendere la strada tutti insieme".

 

LEGGI ANCHE:

'Dove giocherà la Fiorentina?', la sindaca Barnini: 'Empoli e Castellani non sono adeguati'

Franchi, l'attacco di Barone: 'Ci costringono a giocare fuori da Firenze, uno schiaffo ai tifosi'

Pnrr e Stadio Franchi, Nardella scrive una lettera al Governo: ‘Sarebbe necessario modificare la data di fine lavori’

Stadio, Barone in visita al 'Braglia' di Modena. Ma il club emiliano chiude le porte alla Fiorentina

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.