Vis Art

Al Museo del Calcio di Coverciano il convegno 'Le donne nel calcio'

Un talk sull'evoluzione del ruolo femminile nel calcio

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 28 marzo 2023 12:40

Si terrà venerdì prossimo, 31 marzo, alle ore 11, nella sala conferenze del Museo del Calcio, il convegno dal titolo ‘Le donne nel calcio’: un talk per discutere sull’evoluzione del ruolo femminile all’interno di questo sport.

 

A parlarne saranno tre protagoniste del calcio italiano come il presidente della Divisione Calcio femminile, Ludovica Mantovani; la consigliera federale in quota LND, Stella Frascà, e la componente del Comitato Nazionale dell’AIA – nonché responsabile nazionale del progetto Women Referee – Katia Senesi.

 

“Il museo di Coverciano – ha sottolineato il presidente della Fondazione Museo del Calcio, Matteo Marani – è una struttura il cui lavoro viene portato avanti, tutti i giorni, da donne. E anche all’interno del suo Consiglio la presenza femminile è molto forte. Si tratta quindi di trattare una tematica a noi molto cara”.

 

Promotore dell’iniziativa e moderatore del talk sarà il vicepresidente della Fondazione – e coordinatore del Comitato Scientifico del museo – Enrico Demarchi: “Abbiamo deciso di organizzare questo convegno – ha commentato Demarchi – non in occasione dell’8 marzo, ma in un’altra data, proprio per evidenziare il momento culturale, focalizzandoci sul tema e non sulla ricorrenza. Le tre relatrici sono donne e professioniste di grande spessore, con esperienze differenti ma tutte attinenti al mondo del calcio: sarà una giornata di grande valorizzazione per il movimento del calcio femminile”.

 

Saranno presenti nella sala conferenze ‘Mario Valitutti’, per assistere al talk, alcuni ragazzi della ‘Canadian School of Florence’.

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.