Vis Art

Il Premio Oscar Asghar Farhādi è in Toscana per il Premio Fiesole ai Maestri del cinema 2022

Il regista iraniano ha visitato gli Uffizi

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 16 luglio 2022 19:33

Il regista iraniano Asghar Farhādi, premio Oscar per Una separazione e per Il cliente, è arrivato a Firenze per ricevere il Premio Fiesole ai Maestri del cinema.

 

La cerimonia si terrà questa sera al Teatro Romano di Fiesole, alle 20.45. Al regista, inoltre, è stata dedicata la monografia “Le verità nascoste” a cura di Simone Emiliani con i contributi dei soci del Sncci, per le Edizioni ETS di Pisa.

 

Il cineasta iraniano è stato accolto da Massimo Tria, direttore artistico del Premio Fiesole ai Maestri del cinema. “Durante la conversazione – ha raccontato Tria - sono risuonati i nomi di Abbas Kiarostami o Federico Fellini fra gli amori condivisi e fra i grandi del passato che sono amati sia a Teheran che nel nostro paese”. “Il Maestro - ha raccontato il direttore artistico – si è soffermato più nel dettaglio riguardo i suoi amori cinematografici italiani, fra un Ladri di biciclette e altri classici del neorealismo, per arrivare ai più recenti capolavori del suo amico Paolo Sorrentino o di Matteo Garrone”. “Ho ricordato al maestro – ha inoltre spiegato Tria - che non lontano da questi luoghi il regista Abbas Kiarostami ha girato il suo Copia conforme (fra Arezzo e Lucignano), invitando Farhādi a tornare presto per poter visitare anche questi luoghi che uniscono l’Italia al grande cinema iraniano”.

 

Il regista ha poi visitato l’Area Archeologica del Teatro Romano di Fiesole con Silvia Borsotti del Comune di Fiesole e poi si è recato al Museo degli Uffizi. Il Maestro è rimasto stupito dalla “illuminazione dal basso” delle opere dell’olandese Gherardo delle Notti (Gerrit van Honthorst), dichiarando che proprio da simili opere e da questi tagli di luce ha preso ispirazione per il suo film spagnolo “Tutti lo sanno”.

 

Il regista ha pranzato in una trattoria di San Lorenzo in compagnia del critico Gabriele Rizza, per molti anni Direttore del Premio Fiesole. “Questo ha permesso agli ospiti – ha spiegato Massimo Tria, direttore del Premio Fiesole ai Maestri del cinema - di godere di tutti gli aspetti dell’ospitalità toscana, con una conversazione sui futuri progetti del regista iraniano (chissà, forse in Italia…) e sui  precedenti autori che hanno ricevuto il Premio (da Mario Martone a Harold Pinter) e un’ultima puntata in una libreria del centro, dove alcuni DVD di classici italiani sono stati consegnati in dono a Farhādi: da Il mestiere delle armi di Ermanno Olmi (che il maestro non conosceva) ad alcune copie di capolavori che ha dichiarato di adorare che ma rivedrà con piacere, come il viscontiano La morte a Venezia”.

 

Il Premio Fiesole è realizzato con il patrocinio della Regione Toscana ed è reso possibile grazie al contributo della Fondazione CR Firenze e al sostegno di Villa San Michele, A Belmond Hotel, Florence. Inoltre, quest’anno il Premio Fiesole ha avuto il piacere di collaborare con il festival “Middle East Now”, con il Premio “Sergio Amidei”, insieme al quale ha organizzato la venuta in Italia di Farhādi (che sarà poi anche a Gorizia il 19 luglio per ricevere un Premio Speciale), e inoltre con la rivista di critica cinematografica “Sentieri Selvaggi”, media partner per questa edizione.

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.