Vis Art

‘Grazie Firenze’, oltre 100 volontari e cittadini ucraini al piazzale Michelangelo con gli Angeli del Bello

Una mattinata per ringraziare Firenze, che accoglie il 40% dei profughi in Toscana

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 07 maggio 2022 17:48

Un luogo simbolo di Firenze vestito dei colori dell'Ucraina e delle pettorine della Fondazione degli Angeli del Bello. Così si presentava questa mattina il piazzale Michelangelo, dove si è svolta l'iniziativa "Grazie Firenze" cui hanno partecipato oltre 100 persone, cittadini ucraini ospitati in Toscana, volontari della onlus che da 12 anni circa si occupa di decoro urbano e civismo, curiosi, fiorentini. Una mattinata di accoglienza, aggregazione e rispetto dell'ambiente per ringraziare Firenze, che oggi accoglie circa il 40% dei profughi ucraini (sono circa 10.000 oggi quelli presenti in Toscana, di cui il 90% donne è minori). 

 

Armati di raccattino e sacchi per differenziare i rifiuti, con una grande energia e voglia di fare c'erano la nonna con i nipoti portati via dalla guerra il 24 febbraio scorso, la famiglia scappata in macchina dalle bombe dopo 21 giorni trascorsi in cantina, la madre con il neonato che già conosce il proprio inno nazionale, coordinati dalla referente del Consolato onorario d'Ucraina a Firenze, Oxana Polataitchouk, e dagli Angeli del Bello suddivisi in 5 gruppi sono intervenuti nell'area del piazzale, da San Miniato alle Rampe raccogliendo rifiuti e godendo di un timido sole e del panorama cittadino.

 

“Un piccolo gesto, ma capace di creare un forte senso di comunità - ha detto la vicesindaca Alessia Bettini -. Oggi al piazzale Michelangelo con gli Angeli del Bello e i cittadini ucraini accolti a Firenze abbiamo unito le forze per pulire insieme la città e rilanciare un messaggio di pace all’insegna della fratellanza. Un’azione simbolica ma concreta in un momento drammatico per l’Europa e che vede la nostra città impegnata a dar voce ai sindaci e al popolo ucraino. Ringrazio gli Angeli del Bello, sempre attenti a intercettare bisogni e speranze”.

 

“In un momento così delicato e triste l’impegno delle persone ucraine per Firenze, una città del mondo, è una cosa bellissima - ha dichiarato il Presidente della Fondazione, Giorgio Moretti –. Oggi abbiamo la conferma che il bello è anche buono; i nostri volontari sono quelli “del fare”, impegnati in ogni occasione a costruire insieme decoro, civismo, cultura del bello. La solidarietà tra popoli si riconosce anche in questi gesti; la bellezza deve salvare il mondo anche quando assistiamo ad azioni terribili che vanno in tutt’altra direzione. Perseguire insieme la cura del decoro è un grande segnale di attaccamento ai valori della civiltà dell’uomo, specialmente in questa fase storica così complessa. Invito tutti i cittadini del mondo a fare almeno una volta nella vita un intervento con noi, per il bene comune".

 

"Vogliamo ringraziarvi per l'accoglienza che ci avete riservato, per quello che state facendo per noi - ha detto Oxana Polataitchouk, -. Noi abbiamo immensa gratitudine per questa città è questa regione e crediamo che fare cose insieme faccia bene a tutti, unisca più di ogni altra cosa: se condividiamo esperienze come queste non potremo poi farci la guerra".

 

 

Notizie più lette

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.