'La fiamma del teatro non si spegne mai': si accende il palco di Rifredi per la nuova stagione

Dall'8 ottobre al 31 dicembre la prima parte della programmazione: 15 spettacoli, 5 nuove produzioni e 8 prime nazionali

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 01 ottobre 2021 15:13

Sarà il grande drammaturgo catalano Josep Maria Miró, a Firenze per la prima produzione di “Il corpo più bello che si sia mai visto da queste parti”, interpretato da Maddalena Crippa nei panni di cinque diversi personaggi e tradotto da Angelo Savelli ad aprire la nuova stagione del Teatro di Rifredi (venerdì 8 e sabato 9 ottobre, alle ore 21).

 

In cartellone l’esilarante compagnia spagnola Yllana in una nuova strepitosa formazione con “The Primitals”, insieme al quartetto di cantanti Primital Brothers (2-5/12); la pluripremiata regista Emma Dante in “Misericordia”, favola amara sulla fragilità delle donne ambientata in un mondo violento e degradato (28-30/10); gli interpreti toscani della commedia contemporanea, con Alessandro Paci e Diletta Oculisti in “Matrimonio per caso”, per la regia di Andrea Bruno Savelli (14-17/10), Lorenzo Baglioni in “Canzoni a teatro” (19-21/11), Alessandro Riccio e Alberto Becucci in “Le mille e una Bruna” (23-28/11) e poi Riccio in coppia con Gaia Nanni in “La meccanica dell’amore” (26-31/12). Sono questi alcuni dei nomi che accenderanno il palcoscenico del Teatro di Rifredi per la prima parte della stagione teatrale 2021-2022, che si svolgerà dall’8 ottobre al 31 dicembre con 15 spettacoli di cui 5 nuove produzioni targate Pupi e Fresedde e 8 prime nazionali.

 

Ad arricchire la programmazione, l’ironia di Antonella Questa in “Affari di famiglia”, direttamente dal laboratorio comico di Serena Dandini (22- 24/10); l’attore e regista Ciro Masella che porta Nikola Tesla sul palco insieme a Olmo De Martino in “Il funambolo della luce” (5-6/11); “I promessi sposi” di Alessandro Manzoni in una trasposizione ironica e inedita firmata da Angelo Savelli (8-11/12), oltre a “Eneide. La rotta mediterranea”, una rilettura del capolavoro in chiave contemporanea sempre di Savelli per la regia di Edoardo Zucchetti (11-14/11).

 

La danza è rappresentata da “Il Labirinto”, ultima produzione di COB Compagnia Opus Ballet diretta da Rosanna Brocanello, con le coreografie di Arianna Benedetti (16-17/12), mentre le domeniche per le famiglie sono affidate all'estro della compagnia Il paracadute di Icaro (10/10, 7/11 e 19/12).

 

L'attività del Centro di Produzione Pupi e Fresedde - Teatro di Rifredi è realizzata con il contributo del Ministero della CulturaRegione Toscana Comune di Firenze, con il sostegno di Fondazione CR Firenze e Unicoop Firenze e con la collaborazione di Libreria Florida e Hotel Raffaello.

 

Dice l’assessore alla cultura della Città di Firenze Tommaso Sacchi: “Rifredi è una vera e propria fiamma che non si spegne mai, un’immagine opportuna e forte che mai potremo considerare più attuale rispetto all’esperienza pandemica. Il Teatro di Rifredi si conferma polo di cultura decentrato che svolge una funzione sociale fondamentale.  In questa stagione ci sono nomi di straordinario talento, vederli confermati è grande motivo di orgoglio”.

 

“Il teatro di Rifredi rappresenta uno degli esempi più nobili della proposta colturale di questa città – commenta Fabio Giorgetti, presidente commissione cultura e sport del Comune di Firenze – grazie a Mordini, a Savelli e a tutta l’equipe per il lavoro svolto in questi anni”.

 

“Non esistono più le mezze stagioni – spiega il direttore artistico Giancarlo Mordini – così ci si lamentava un tempo. Ma quello che non ha potuto la meteorologia, lo ha fatto la pandemia. E infatti eccoci qui, per la seconda volta, a presentare una “mezza stagione”, da ottobre a dicembreCe lo impone la prudenza, in attesa di conoscere l'andamento epidemiologico e i decreti della Presidenza del Consiglio. Prudenza tanto più dovuta, visto che l'anno scorso non siamo riusciti a fare neanche quella mezza, venendo chiusi dopo appena una sola settimana di programmazione. Quella dolorosa chiusura ci brucia ancora. Ma quello che brucia veramente a Rifredi è il fuoco del teatro, quella fiamma che non si spegne mai e che infatti non si è mai spenta. Anche a teatro chiuso ha continuato a illuminare il buio della sala e dei nostri uffici, nutrendo progetti, prove e allestimenti che adesso sono pronti per riscaldare il cuore dei nostri spettatori. In questa prima mezza stagione ve ne presentiamo alcuni, privilegiando il recupero degli spettacoli più volte annullati o rimandati. Se vogliamo riconquistare il pubblico, crediamo sia importante puntare sulla qualità”.

 

In occasione delle festività natalizie, a concludere la prima parte di stagione, sarà “La meccanica dell’amore”travolgente successo della coppia comica formata da Alessandro Riccio e Gaia Nanni. Umorismo, colpi di scena, gag e trasformismo sono gli ingredienti di questo spettacolo intenso ed esilarante, dove due mondi diversi e lontanissimi si incontrano e si scontrano: la testardaggine dell'anzianità con la mancanza di elasticità di un robot, tra tecnologia, solitudine, delicatezza e commozione (dal 26 al 31/12).

 

Per informazioni visita il sito del Teatro di Rifredi 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.