Treni, ripartenza con mezzi rinnovati e più vetture

L'assessore Baccelli: 'Migliorare condizioni viaggio è priorità'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 10 settembre 2021 19:33

“Dopo l’incontro tenuto a luglio in cui avevo chiesto a RFI e Trenitalia il massimo impegno per superare le criticità del servizio legate ai problemi di usura anomala delle ruote dei Minuetto e sull’indisponibilità di materiale, ho convocato nuovamente Trenitalia e Rfi per avere un quadro preciso della situazione e capire se e come erano stati risolti i problemi riscontrati su Faentina e Valdisieve, oltre che su altre linee toscane non elettrificate. Le notizie che arrivano sono positive”.

 

Sono le parole dell'assessore regionale ai trasporti Stefano Baccelli, che ha fatto il punto con i sindaci del Mugello e della Valdisieve, coi rappresentati di Trenitalia e Rfi sulla situazione del materiale diesel in vista appunto della ripartenza scolastica e delle ulteriori attività che porteranno all’aumento delle frequentazioni dei treni.

 

Interventi di manutenzione straordinaria ma anche di decoro sui treni Minuetto e ritorno in circolazione dei treni programmati con più vetture in vista della riapertura delle scuole e della ripartenza, fa sapere la Regione. 

 

Rfi ha infatti illustrato i provvedimenti assunti dal punto di vista dell’infrastruttura in questi mesi, informando la Regione dell’installazione di due ingrassatori posti nei tratti di linea dove si sono concentrati principalmente i fenomeni di usura anomala dei bordi delle ruote del Minuetto. A questi, nei prossimi mesi se ne aggiungeranno altri due in altri punti della linea sulla tratta fra Borgo e Marradi, per prevenire il ripetersi dei fenomeni di usura per la prossima estate (sono infatti le alte temperature estive a provocare la dilatazione e quindi l’usura di queste parti).

 

Per quanto riguarda il servizio e il materiale rotabile Trenitalia ha confermato che a partire dal 12 settembre data in cui tornano in circolazione tutti i treni che in questi mesi sono stati sostituiti in programmazione con bus, ci sarà una situazione molto simile a quella precedente alla fase di criticità e che comunque entro il mese di ottobre su tutte le linee diesel toscane verrà ripristinata la situazione iniziale.


Sulla Faentina torneranno in circolazione tutti i treni Minuetto programmati, compresi quelli in doppia composizione. Sulla linea Borgo-Pontassieve, per garantire composizioni adeguate, alcuni treni saranno temporaneamente programmati con composizione di locomotore 445 con vetture. Sarà quindi garantita adeguata capacità anche in previsione all’aumento delle frequentazioni.


Anche quest’anno verranno programmati bus di supporto per fronteggiare eventuali situazioni di particolare affluenza sulle tratte più utilizzate dagli studenti, con presidio nelle principali stazioni, Borgo e Pontassieve.
Molti anche gli interventi di decoro sui treni Minuetto eseguiti durante la manutenzione straordinaria, sia all’esterno che all’interno. Sono state rinnovati sia i bagni che le sedute e sono state installate nuove rastrelliere che consentono il trasporto di sei bici a bordo di ciascun treno a differenza delle sole due postazioni previste finora.


Trenitalia ha inoltre confermato che pur con i ritardi nella produzione dovuti all’emergenza sanitaria che hanno coinvolto le aziende costruttrici, nel corso del prossimo anno, ci saranno i primi arrivi del nuovo materiale ibrido in grado di circolare sia sulla Faentina che sulla Valdisieve.
 

“Continueremo a vederci periodicamente con i Gestori e le Amministrazioni – ha concluso Baccelli- per verificare e confrontarci sulla puntualità e la qualità del servizio. Apprezzo che i nostri pendolari, oltre a ritrovare i loro treni li ritroveranno in migliori condizioni e con più postazioni per trasportare la propria bici”.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.