Al Giardino di Boboli spettacolo itinerante che racconta i luoghi e i personaggi della Divina Commedia

Va in scena 'Tra selva e stelle. Personaggi della Commedia di Dante a Boboli'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 04 settembre 2021 19:15

Il giardino di Boboli di Firenze si trasforma in teatro il 6 settembre alle ore 15.15 (ultimo ingresso alle ore 17,30) con accesso da Palazzo Pitti; negli spazi suggestivi del parco mediceo, va in scena “Tra selva e stelle. Personaggi della Commedia di Dante a Boboli”. Lo spettacolo, prodotto dalle Gallerie degli Uffizi e Archètipo Associazione Culturale per la regia di Riccardo Massai, ha il patrocinio del Comitato Nazionale per la Celebrazione dei 700 anni della morte di Dante.


SI tratta di un itinerario teatrale, che darà forma a luoghi e personaggi della Divina Commedia: un cammino nell’oltremondo dantesco che all’interno di Boboli sarà rappresentato da 36 soste “performative” in altrettanti punti del giardino di Boboli, ciascuna delle quali accoglierà installazioni, create appositamente per una straordinaria occasione di ‘teatro diffuso’.


Sono 77 gli attori, alcuni dei quali anche non professionisti, coinvolti nella rappresentazione, la cui elaborazione ha richiesto oltre due anni di lavoro.

 

In ciascuna tappa del percorso, i personaggi della Divina Commedia interpreteranno la loro condizione individuale di dannazione, redenzione o beatitudine; sono stati selezionati tre ambienti per raffigurare il percorso dantesco: la Discesa per l’Inferno; il Viottolone, e parte del giardino, per la salita del Purgatorio e le sue cornici; il grande Prato dei Castagni per un raggiunto Paradiso aereo.



Tutti i luoghi scelti per lo spettacolo verranno animati, oltre che con installazioni, anche con scenografie che rappresenteranno allegoricamente gli aspetti essenziali delle tre Cantiche: la morte è il tema scelto per l’Inferno, la salvezza per il Purgatorio, il concetto di ascensione ad uno stato superiore dell’esistenza quello del Paradiso.



Il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt: “Per il Settecentenario della morte di Dante abbiamo pensato di offrire ai cittadini e ai visitatori qualcosa di nuovo, che anima e offre in una veste insolita uno dei monumenti più cari e più “fiorentini” di Firenze: il Giardino di Boboli, dove anche nei secoli passati venivano messe in scena feste, opere musicali e rappresentazioni teatrali. A Boboli, in questo spazio sospeso tra natura e arte, le Gallerie degli Uffizi invitano il pubblico a ritrovare la voce del Poeta, seguendo la sua guida, di terzina in terzina, in un percorso di ascensione che porterà gli spettatori dall’Inferno, per il Purgatorio, fino all’approdo in Paradiso: tutti insieme, a ‘riveder le stelle’”.



Il regista Riccardo Massai: "Considerare le terzine dantesche come battute teatrali, oltre a restituire una maggiore comprensione del testo, le ha rese lingua viva, contemporanea al nostro ascolto. Scegliere di riscoprire i personaggi minori della Commedia di Dante ha significato anche mescolare pazienti psichiatrici, donne con un vissuto oncologico ed appartenenti a minoranze, per dar voce alla coralità degli ultimi. Teatro questo che interagisce con le sculture e le architetture vegetali o meno, presenti nel Giardino di Boboli, teatro che diventa esso stesso installazione umana e unisce arte, cultura, design, architettura, inclusione sociale, scienza e tecnologia".



Lo spettacolo dura 1 ora e 30 minuti circa, la prenotazione è obbligatoria e si effettua telefonicamente al numero 055 294883. Il call center è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30; il sabato dalle 8.30 alle 12.30; la domenica dalle 9.00 alle 18.00. In alternativa, il biglietto può essere acquistato in prevendita alla biglietteria di Palazzo Pitti fino alle 13.00 di lunedì 6 settembre. Il biglietto intero (prenotazione inclusa) ha un costo di 13 uro, ridotto per giovani tra i 18 e i 25 anni a 5 euro. Per gli aventi diritto alla gratuità d'ingresso nei musei occorrerà pagare la sola prenotazione al costo di 3 euro. 


Saranno organizzati gruppi che potranno accedere al Giardino ogni 15 minuti a partire dalle 15,15 seguendo le indicazioni dello staff addetto al contingentamento dei flussi all'ingresso. Al momento della prenotazione verrà comunicato l'orario di ingresso. Si richiede la massima collaborazione del pubblico nel rispetto degli orari e del distanziamento interpersonale sia in fase di attesa che durante lo spettacolo.



Il biglietto deve essere ritirato 30 minuti prima dell'ingresso per garantire le operazioni di controllo anti Covid-19, ovvero il controllo del green pass e della temperatura; si ricorda che si tratta di un percorso itinerante sui livelli naturali del Giardino, che quindi prevedono salite per una pendenza max. tra il 9% e il 12% e in particolare una discesa con pendenza max. del 20%. Si raccomanda quindi di valutare preventivamente la fattibilità del percorso in base alle proprie capacità motorie e in ogni caso, per chiunque utilizzi una sedia a rotelle (anche motorizzata) o altro ausilio per la mobilità, si rende comunque necessaria la presenza di un accompagnatore. Il personale all'ingresso del portone centrale di Palazzo Pitti sarà a disposizione per dare tutte le indicazioni necessarie all'ingresso di persone provviste di ausili o con ridotte capacità motorie.



Si ricorda che è obbligatorio l'uso della mascherina di fronte alle performance e che è vietato effettuare riprese foto e video dello spettacolo.

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.