Iapichino, un ottimo 5° posto all'Europeo: 'Un onore esserci, ma non è andata come speravo'

La 18enne fiorentina per la prima volta in Nazionale

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 07 marzo 2021 09:27

Finisce con un quinto posto il sogno europeo di Larissa Iapichino. La 18enne fiorentina, all'esordio in Nazionale, centra un discreto 6,59, ma nulla può contro quelle che lei stessa aveva definito "leonesse". L'oro del lungo agli Europei indoor di Torun va all'ucraina Maryna Bekh-Romanchuk, con 6,92 (mondiale stagionale strappato alla Iapichino), misura che raggiunge all'ultimo salto, superando la tedesca Malaika Mihambo (argento con 6,88), mentre il bronzo va alla svedese Khaddi Sagnia (6,75).

 

Laura Strati, altra italiana, è sesta, due centimetri in meno rispetto alla giovane compagna di Nazionale (6,57). La gara prende quota nel corso del terzo turno di salti. Al 6,59 d'esordio della Iapichino, subito contrastato dal 6,60 della Mihambo, fanno seguito, nel round 3, i salti super della stessa Mihambo (6,88), Bekh (6,80), Sagnia (6,75), Mironchyk-Ivanova (6,72). L'azzurra commette un nullo, e scivola dal secondo al quinto posto, con Laura Strati che è sesta con 6,41. La Strati si migliora nel quarto turno (6,57), mentre Larissa atterra a 6,48 ma staccando addirittura fuori dall'asse di battuta. La classifica delle due lunghiste italiane non muta nemmeno nel quinto round (Strati 6,34, Iapichino 6,38, quest'ultima ancora una volta molto lontana dalla plastilina), lasciando le residue speranze tricolore all'ultima prova a disposizione.

 

Strati fa 6,48, poi tocca alla Iapichino. La rincorsa è buona, così come lo stacco in pedana, ma il responso dei giudici dice ancora una volta 6,56. E' quinto posto, posizione che avrebbe occupato anche se avesse ottenuto il 6,70 della qualificazione, dato, quest'ultimo, che serve a cementare la convinzione che Larissa Iapichino, esordiente in azzurro, a soli 18 anni e mezzo, abbia ottenuto a Torun un grande risultato.

 

“Non ho detto la mia come potevo – commenta un po' delusa Larissa Iapichino, che comunque ha fatto un'ottima figura all'esordio in Nazionale azzurra - ed ero un po’ scarica dopo la qualificazione di ieri all’ultimo salto, però non cerco scuse. È stato un onore esserci e aver fatto esperienza. Ho imparato tantissimo, era l’obiettivo principale e di questo sono felice. Anche se non è andata come speravo, questa gara mi ha insegnato più di una vittoria o di un record. Qui c’erano le leonesse di cui avevo parlato alla vigilia, hanno ruggito forte ed è stato bello gareggiare con loro, ma ci saranno altre occasioni. Sono ancora all’inizio, quindi ci può stare una giornata così”.

 

"A soli 18 anni sei già tra le più forti. Niente podio stavolta ma il futuro è tuo Larissa Iapichino. Non vediamo l’ora di rivederti saltare in gara, sempre più orgogliosi di te!", ha commentato il presidente della Regione Eugenio Giani.

 

(foto Colombo/FIDAL)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.