Montaione e Calenzano, controlli dei Carabinieri sui tagli boschivi: maxi multe e denunce

Doppio intervento dei Carabinieri

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 07 giugno 2020 11:06

I Carabinieri della Forestale di Empoli hanno eseguito una serie di accertamenti nel Comune di Montaione al fine di controllare la regolarità di un cantiere forestale e il rispetto della normativa di contrasto al COVID-19. Come riferisce l'Arma, sul taglio accertavano la presenza del titolare della ditta e di altri tre uomoni intenti a depezzare (ridurre in pezzi) e accatastare la legna.

 

Se la normativa per il contenimento del contagio era rispettata, così non si poteva dire per altro, aggiungono i Carabinieri. Infatti i militari individuavano un uomo irregolare sul territorio dello Stato e un altro dotato del solo visto turistico. Veniva dunque contestato il reato di soggiorno illegale sul territorio dello Stato italiano.

A carico del titolare della ditta individuale boschiva, esecutrice materiale dei lavori di taglio e allestimento del legname, è scattata la denuncia all’A.G. per aver occupato alle proprie dipendenze, quale datore di lavoro, lavoratori extracomunitari privi di permesso di soggiorno.

 

Sono state anche elevate sanzioni amministrative per un totale di 3360 euro perché al momento dell’accertamento i soggetti non esibivano il tesserino di identificazione previsto dalla legge forestale toscana.

 

A Calenzano i Carabinieri sono intervenuti in un bosco ceduo a prevalenza di specie quercine: i forestali appuravano che erano in corso di esecuzione i lavori di esbosco, cioè lo sgombero degli assortimenti legnosi ricavati dalle operazioni di taglio.

 

Venivano notate due persone di origine macedone, alla guida di due trattrici, con le quali stavano portando via il legname, derivante dal taglio condotto da ditta regolare. Dalla verifica della conformità, rispetto agli standard previsti, delle due trattrici utilizzate, i militari accertavano delle mancanze per quanto riguarda i requisiti minimi di sicurezza per l’uso, come l’assenza delle cinture di sicurezza, la mancata protezione della marmitta, la mancata protezione della cabina anteriormente e posteriormente con vetro e/o griglia, la mancanza di adesivi di segnalazione di pericolo, non adeguato sistema di illuminazione e di segnalazione visiva, la non omologazione delle gabbie posizionate sia anteriormente che posteriormente

Il titolare della ditta boschiva è stato denunciato all’A.G. per violazione del D.lgs. 81/2008.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.