Firenze, distribuzione mascherine anche agli studenti fuori sede

'Prima i residenti, poi tutti gli altri'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 08 aprile 2020 19:27

Procede a Firenze la distribuzione porta e porta delle mascherine protettive ai nuclei familiari residenti, in tutto quasi 188mila, per un totale di oltre 371mila cittadini.


“Per gli studenti fuori sede e al momento domiciliati nella nostra città - ha spiegato la vicesindaca Cristina Giachi - valgono queste regole: coloro che abitano in una casa dello studente, o ricevono un contributo affitto dell’Azienda per il diritto allo studio, saranno contattati dall’azienda stessa che distribuirà loro le mascherine fornite dal Comune. Tutti gli altri studenti, domiciliati presso privati, saranno contattati dall’università per una richiesta di informazioni. In seguito, grazie ai dati che loro comunicheranno all’Ateneo, saranno interpellati direttamente dalla protezione civile comunale per la consegna”.


“Gli altri, non residenti o domiciliati - ha aggiunto la vicesindaca – dovranno invece scrivere alla protezione civile all’indirizzo consegnamascherine@comune.fi.it. Al termine di questo primo giro che riguarda, appunto, solo i residenti, cominceremo la distribuzione anche a loro. Per informazioni si potrà contattare il numero 055 7890 della protezione civile. Nessuno però deve allarmarsi se non le riceverà subito, perché ci saranno mascherine per tutti”. 

 

Mascherine agli studenti fuori sede anche in tutta la Toscana. “Con l’Azienda per il diritto allo studio – afferma la vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni - abbiamo deciso di chiedere ai Comuni di consegnare i dispositivi di protezione anche agli studenti presenti nelle residenze universitarie. E’ una misura importante a tutela dei giovani che sono rimasti in Toscana e che, come ho avuto più volte occasione di sottolineare, rapppresentano una ricchezza per la nostra società. Una ricchezza che, in un momento di emergenza sanitaria ed economica come quello che stiamo vivendo, deve essere preservata e sostenuta”.

 

Per quanto riguarda i fuorisede e i borsisti che sono rimasti in Toscana ma che non alloggiano nelle case dello studente, la vice presidente Barni ha sentito i Rettori degli Atenei toscani, condividendo con loro le modalità di individuazione degli studenti presenti. “Le Università – spiega Barni - una volta compilata la lista delle presenze, le forniranno ai Comuni, mentre l’Azienda per il diritto allo studio fornirà quella dei borsisti che abitano in alloggi privati. Saranno poi i Comuni ad organizzare, anche per loro, la distribuzione”.

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.