Vis Art

Picco influenzale e carenza di infermieri, Nursind: 'Pronto soccorso toscani al collasso'

Giannoni: 'Mancano almeno 5mila infermieri, si rischia la chiusura di alcuni servizi'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 14 dicembre 2023 13:27

Il sindacato Nursind lancia l'allarme: i pronto soccorso della Toscana sono tutti in situazione critica.

 

"Da Pisa a Pistoia, passando per Firenze e Siena si moltiplicano le situazioni di grave criticità, dovute al picco influenzale di queste settimane e all’ormai cronica carenza di infermieri negli ospedali della nostra regione: un ‘combinato disposto’ che sta mettendo in difficoltà più di un reparto in quasi tutte le strutture sanitarie toscane, con episodi sempre più frequenti di violenza nei confronti del personale sanitario", si legge in una nota di Nursind Toscana.

 

“Alcune settimane fa - spiega Giampaolo Giannoni, segretario regionale del Nursind - avevamo lanciato un grido di allarme proprio sul fatto che in Toscana mancano 5mila infermieri, numero che sale a 7mila se consideriamo anche le necessità organiche di tutte le strutture che dovrebbero venir realizzate grazie ai fondi del PNRR. E’ bastato il primo picco influenzale stagionale, unito a una recrudescenza dei contagi legati al Covid, per mandare fuori giri tutto il sistema sanitario regionale. La situazione è molto seria: gli infermieri sono allo stremo e se la situazione dovesse peggiorare non ci sarebbe altra strada se non quella di chiudere temporaneamente alcuni servizi, a iniziare da quelli territoriali, per far confluire il personale nelle strutture. Chiudere i servizi, anche solo temporaneamente, è la più grande sconfitta del sistema sanitario. Eppure, temo, sarà inevitabile”.

 

Secondo il sindacato delle professioni infermieristiche lo stop alle assunzioni imposto dalla Regione avrebbe creato una situazione di estrema difficoltà che è diffusa in tutta la Toscana. "I sanitari si trovano alle prese con carichi di lavoro insostenibili, a partire dalle operazioni di vestizione e vestizione legate al rapido incremento dei casi di Covid".

 

“Da mesi non abbiamo più contatti diretti col mondo della politica - conclude Giannoni - mentre la gravità della situazione richiederebbe un confronto costante con chi lavora tutti i giorni in corsia. Ecco perché nelle scorse ore abbiamo chiesto un incontro: lavoratori, sindacati e mondo della politica devono affrontare questa situazione insieme. Altrimenti rischiamo che il sistema collassi”.

 

 

Immagine di repertorio

 

 

Notizie più lette

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.