Vis Art

Veicoli abbandonati, responsabili denunciati e multe per oltre 30mila euro

Sono stati individuati in terreni privati e pubblici 32 veicoli abbandonati

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 15 marzo 2023 10:24

Attività intensa e proficua dei carabinieri Forestali, nel corso degli ultimi mesi, riguardo il contrasto all’abbandono dei veicoli ed autoveicoli nel territorio del Mugello, in particolare nei Comuni di Barberino e Firenzuola

 

Sono stati individuati in terreni privati e pubblici, anche prossimi a zone boscate, 32 veicoli abbandonati, molti di questi in disuso, in parte incidentati, incendiati, mancanti di parti e targhe, abbandonati senza alcuna cautela e senza essere sottoposti ad alcun preventivo trattamento, su aree prive di impermeabilizzazione del terreno, nonché esposti agli agenti atmosferici e al dilavamento, in assenza di sistemi per il convogliamento e lo smaltimento dei reflui. Tali veicoli sono, in base alle norme del Testo Unico Ambientale, da classificarsi come rifiuti e da trattarsi come tali, secondo le procedure previste dal D. L.vo n. 152/2006 per la corretta gestione dei medesimi, rende noto l’Arma.

 

In molti casi sono state emesse specifiche Ordinanze di rimozione da parte dei Sindaci, ai sensi del T.U.A., che nella maggior parte dei casi sono state ottemperate, in altri casi, per chi ha omesso di rimuovere e smaltire o avviare a recupero i veicoli fuori uso, è scattata da parte dei CC Forestali la segnalazione all’AG per inottemperanza all’ordinanza sindacale dei responsabili.

 

Nell’ambito dell’attività di controllo, che è ancora in essere, i CC Forestali hanno elevato anche 18 sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre 30mila euro.
 

Foto Regione Carabinieri Forestale “Toscana” - Gruppo Firenze

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.