Vis Art

Energia elettrica e gas, segnalate truffe a Firenze. Le raccomandazioni di Enel

Nessuno è autorizzato a riscuotere o restituire somme di denaro a domicilio per conto di Enel

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 07 febbraio 2023 19:10

Enel Energia ha ricevuto alcune segnalazioni di truffe provenienti da Firenze, con particolare riferimento alla zona di Santo Spirito e San Frediano, e fornisce consigli per difendersi dalle truffe a domicilio e telefoniche in materia di energia elettrica e gas.

 

Per quanto concerne le proposte di contratti “porta a porta”, chiunque si presenti a domicilio per conto di Enel Energia, che si tratti di dipendenti o di personale esterno incaricato, deve essere munito di tesserino plastificato con foto e dati di riconoscimento. Se qualcuno si presenta al domicilio a nome dell’azienda bisogna sempre chiedere di visionare il tesserino con tutti i riferimenti. Inoltre, nessuno è autorizzato a riscuotere o restituire somme di denaro a domicilio per conto di Enel. Al pari degli altri operatori presenti sul libero mercato, anche Enel Energia si avvale di agenti specializzati che possono presentare le nuove offerte al domicilio dei clienti: si tratta sempre di persone con tesserino di riconoscimento con indicazione del rapporto di smart agent o dell’agenzia partner incaricata della vendita.

 

Per ulteriore verifica, il cliente può accertare con una telefonata al numero verde 800900860 (Enel Energia) che l’agenzia di vendita faccia realmente parte di quelle che lavorano per Enel. Chi presenta offerte per conto di Enel Energia è in possesso di moduli e materiali informativi chiaramente riferibili all’azienda. Enel Energia invita quindi a richiederne la visione e ricorda che è comunque opportuno leggere bene prima di firmare ogni documento. Chi propone contratti può richiedere di visionare l’ultima fattura per individuare insieme al cliente la proposta più adeguata ai suoi consumi e, solo in caso di adesione ad un’offerta, la bolletta può essere utilizzata per recuperare i dati relativi alla fornitura.

 

Gli agenti di Enel Energia possono presentarsi al domicilio dei clienti anche senza appuntamento, l’importante è che rispettino la condotta suddetta. Nessun incaricato Enel Energia riferisce ai cittadini che è obbligatorio “aggiornare” la propria fornitura, perché per chi è già cliente Enel Energia tutte le comunicazioni, compresi eventuali aggiornamenti contrattuali, arrivano con bolletta cartacea o bolletta web, in base al canale di comunicazione ufficiale scelto dal cliente. Se qualcuno afferma il contrario, quindi, non lavora per Enel Energia e si tratta di un tentativo di truffa.

 

Per quanto riguarda i tentativi di truffa telefonici, la società energetica precisa che non opera attraverso pratiche commerciali scorrette né utilizza sistemi di chiamate automatizzate; a questo proposito, i numeri telefonici autorizzati da Enel Energia possono essere verificati sulla pagina dedicata del sito web della Società ed i cittadini possono rivolgersi ai canali di contatto ufficiali per ogni segnalazione.

 

Enel Energia segnala, infine, che né i propri dipendenti né gli agenti specializzati si occupano della sostituzione dei contatori, attività curata da E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione e che in questo periodo in diverse zone della Toscana sta procedendo all’installazione della nuova generazione di contatori con accesso al solo vano contatori – e non agli impianti privati – e senza alcun costo per i clienti. Enel Energia garantisce la riservatezza dei dati dei propri clienti e adotta tutte le misure tecniche e organizzative per assicurare il pieno rispetto delle disposizioni normative in materia di data protection (GDPR).

 

Immagine di repertorio

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.