Firenze, minaccia con un coltello un passante e gli ruba soldi e cassa bluetooth

Rintracciato e denunciato per rapina aggravata. Il fatto alle Cascine

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 18 gennaio 2022 15:17

Ieri sera, lunedì 17 gennaio 2022, i Carabinieri sono intervenuti presso il parco delle Cascine a Firenze, denunciando in stato di arresto, in flagranza di reato, un gambiano 24enne, gravato da precedenti di polizia, ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata.

 

Una pattuglia dell’Arma in transito, intorno alle 23.30, all’interno del parco, in Viale degli Olmi, nei pressi della fermata della tranvia, è stata fermata da un passante che riferiva di essere stato appena rapinato da un uomo che lo aveva minacciato con un coltello e lo aveva derubato di circa 50 euro in contanti e di un cassa musicale bluetooth. Nella circostanza, la vittima indicava la direzione di fuga e la descrizione dell'uomo.

 

I militari sono così riusciti a scorgere in lontananza un uomo, ponendosi al suo inseguimento. I successivi accertamenti hanno permesso di rinvenire sulla sua persona un coltello di foggia analoga a quella indicata dalla vittima, nonché denaro contante e la cassa acustica di tipo e colore analoghi a quelli indicati dalla vittima.


Sulla base degli elementi raccolti, "ritenendo il soggetto fermato verosimile autore della rapina appena perpetrata, lo stesso è denunciato in stato di arresto e condotto presso il carcere di Sollicciano", fanno sapere i Carabinieri.

 

E’ stato inoltre accertato che l’uomo era sottoposto alla misura della libertà vigilata con obbligo di permanenza notturna presso una struttura di accoglienza di Pistoia e contestualmente gravato dal divieto di dimora nel Comune di Firenze. La refurtiva è stata restituita all’avente diritto.

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.