Firenze, gli studenti occupano scuole e facoltà. 'Il futuro è nostro'

Occupazioni a Firenze e a Sesto Fiorentino, dai, licei al polo universitario

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 17 novembre 2021 16:58

Gli studenti tornano ad occupare scuole e facoltà. I primi sono stati gli studenti del liceo Rodolico di Firenze e dell'istituto Calamandrei di Sesto Fiorentino, che nei giorni scorsi hanno occupato le scuole. 

 

"Insieme agli studenti della scuola siamo entrati per far sentire a tutti la nostra voce: la voce di una generazione precaria, la voce degli studenti. Quello che chiediamo è semplicemente una scuola pubblica e accessibile a tutti, che garantisca pienamente il diritto allo studio. Non riteniamo accettabile la scarsa attenzione che la Città metropolitana continua a prestare alle fatiscenti strutture delle nostre scuole, così come crediamo che sia fondamentale l'apertura di un tavolo di trattativa con i rappresentanti di Autolinee Toscane e le associazioni studentesche per trovare un accordo che preveda prezzi che permettano a tutti di usufruire in maniera agevole e accessibile ai mezzi di trasporto pubblico. Crediamo inoltre che sia impensabile che, dopo mesi in cui era necessario che stessimo chiusi nelle nostre camere, adesso che siamo per la maggioranza vaccinati e che tutto il personale scolastico è dotato di green pass, ci sia negata la possibilità di vivere liberamente gli spazi delle nostre scuole e il diritto a fare assemblee studentesche interne agli istituti. Tutto ciò non crediamo giovi a nessuno, soprattutto dal punto di vista psicologico. Il futuro è nostro, ripartiamo da zero!", spiega la Rete degli studenti medi della Toscana.

 

L'appoggio della Cgil. "La protesta portata avanti dagli studenti e dalle studentesse del Calamandrei di Sesto Fiorentino in questi giorni trova tutta la nostra attenzione. Oltre alle giuste rivendicazioni per quanto riguarda edilizia, trasporti e orari, la Cgil saluta positivamente il fatto che vengano posti anche temi politici generali. In primo luogo sul valore generale del sistema educativo pubblico: la scuola deve mantenere il suo ruolo di crescita a tutto tondo dei giovani, e fanno bene gli studenti e studentesse a chiedere un equilibrio tra socialità e il diritto all’assemblea con i doverosi controlli dell’attuale epoca pandemia. Sosteniamo le istanze del Calamandrei anche perché segnano il rifiuto di ogni rassegnazione e la voglia di agire per migliorare le condizioni di studio e di accesso al mondo del lavoro, troppo spesso legato ad insopportabili condizioni di precarietà".


"Proprio per questo come Cgil abbiamo partecipato stamani ad una assemblea sul lavoro (in cui abbiamo parlato di diritti, precarietà, sindacato) organizzata al Calamandrei, ed invitiamo tutti gli studenti e studentesse a sostenere la mobilitazione che unitariamente come Cgil porteremo avanti a partire dallo stato di agitazione proclamato dalla Flc, insieme agli altri sindacati di categoria, e dalla manifestazione regionale del 27 novembre a Firenze indetta da Cgil-Cisl-Uil", si legge in una nota di Cgil Firenze, Flc Cgil Firenze.


Si uniscono anche gli universitari. Gli Studenti del Polo di Sesto fiorentino, insieme al Collettivo di Scienze e a Studenti di Sinistra hanno occupato nella serata di ieri il Polo di Sesto. Contemporaneamente gli studenti del Collettivo di Psicologia, insieme a Studenti di Sinistra, hanno occupato la facoltà di Psicologia.

 

"Con le assemblee effettuate in data 16 Novembre, studentesse e studenti hanno deciso di occupare il plesso della Torretta e del Polo Scientifico, rivendicando così il nostro diritto sugli spazi e la nostra necessità di poter ritrovare la socialità in un contesto che invece ci vuole alienat* e sol*, annichilendo la dimensione della collettività che dovrebbe caratterizzare un percorso di istruzione", fa sapere il Collettivo di Scienze.

 

Comunicato dal polo occupato: "Tenere aperta l'aula studenti autogestita come spazio libero di aggregazione studentesco. Riapertura degli spazi comuni del blocco aule, come aule vuote, corridoi, cortile interno, aule per mangiare. Prenotazione di attività di didattica, bibliotecarie, aula studio giornaliera, accesso ai servizi essenziali sempre garantito liberamente". 

 

Comunicato dalla Torretta occupata: "Cosa chiediamo, riapertura aula studenti, prolungamento orario aula studio fino alle 23, possibilità di sostare in sede nell'ora di pranzo".

 

La mobilitazione studentesca arriverà anche in piazza: sabato 20 novembre a Firenze si terrà il corteo per lo sciopero della scuola, corteo a cui parteciperà anche il Collettivo di fabbrica Gkn. 
 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.