Gkn, sabato mattina manifestazione nazionale davanti alla fabbrica

Mozione in Consiglio Regionale per il ritiro dei licenziamenti. Solidarietà anche dai Gigli

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 20 luglio 2021 15:22

Come annunciato, si terrà sabato mattina, 24 luglio 2021, un altro momento di protesta dei lavoratori della Gkn.

 

Dopo lo sciopero di ieri mattina, la manifestazione nazionale di solidarietà è fissata per le ore 9.30 di sabato 24 luglio, di fronte alla Gkn, in via Fratelli Cervi 1 a Campi Bisenzio. "Se sfondano qua, sfondano dappertutto. Fatevi un favore, unitevi alla lotta", gli slogan ripetuti dai lavoratori e dal 'Collettivo di fabbrica'.

 

E solidarietà sta arrivando in questi giorni da diverse parti, come dal vicino Centro Commerciale de I Gigli. “Solidarietà ai lavoratori della GKN da I GIGLI”, è lo striscione che il Centro Commerciale ha deciso di collocare sulla propria struttura di fronte all’azienda campigiana dove, da una quindicina di giorni, i dipendenti sono in presidio costante contro i licenziamenti comunicati dall’azienda attraverso una mail.
 

I Gigli vogliono stare non solo nel territorio, ma anche col territorio e con le sue realtà aziendali che negli anni hanno contribuito allo sviluppo socio economico della zona, scrivono dal Centro Commerciale. “Vogliamo far sentire la nostra vicinanza ai lavoratori della GKN che stanno lottando per il mantenimento del proprio posto di lavoro contro il licenziamento; molti di loro li conosciamo perchè sono anche nostri clienti - ha affermato il direttore del Centro Commerciale Antonino D’Agostino - e proprio per andare incontro alle esigenze di chi sta manifestando e presidiando in questi giorni, abbiamo deciso di concretizzare la nostra solidarietà mettendo a disposizione risorse economiche per il supporto al presidio".

 

“Non è una battaglia dei soli lavoratori, ma di tutte le istituzioni. Non basta dare vicinanza e sostegno ai lavoratori. Questa vertenza deve essere risolta. È davvero inaccettabile scappare la notte senza guardare negli occhi quei lavoratori e quelle lavoratrici che chiedono solo dignità. Un’azienda che non aveva perdite, in grado di stare sul mercato, che decide dalla sera alla mattina di lasciare per strada cinquecento lavoratori con le proprie famiglie, compie un gesto ignobile”. Con queste parole il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, in apertura dei lavori in aula, ha messo in votazione la mozione sulla tutela dei lavoratori dello stabilimento GKN di Campi Bisenzio (FI), sottoscritta da tutti i capigruppo, frutto del lavoro della commissione Sviluppo economico.



“E’ un attacco ignobile e vile alla dignità delle persone, e anche di quegli imprenditori che si mettono in gioco con il proprio capitale, che hanno le lacrime agli occhi per il licenziamento anche di un solo dipendente – ha affermato la presidente della commissione Sviluppo economico Ilaria Bugetti (Pd) – Di qui non si passa. Questo il segnale che vogliamo mandare a chi nel futuro opererà nella stessa brutale maniera. E’ un segnale davvero forte””


Al centro della mozione, approvata all’unanimità dall’aula, c’è la richiesta del ritiro immediato del licenziamento collettivo e l’attivazione degli ammortizzatori sociali. Un obiettivo da raggiungere in collaborazione con il Ministero dello sviluppo economico, gli enti locali, le rappresentanze economiche e sociali. Accanto a questo c’è un impegno ad attivarsi con il Parlamento e con il Governo per porre limiti più stringenti alla disciplina delle delocalizzazioni per le imprese che beneficiano di aiuti pubblici, valutando tutti gli spazi possibili per un intervento regionale. Sempre insieme a Parlamento e Governo si cercherà nell’Unione Europea di promuovere una cultura del lavoro come base della dignità umana, con tutto ciò che questo comporta. In prospettiva, alla luce del nuovo codice delle crisi d’impresa, potrà essere previsto l’obbligo di comunicazione in caso di crisi aziendale.

 

LEGGI ANCHE: 

Gkn, è il giorno dello sciopero. Il grido 'Insorgiamo' arriva in piazza Santa Croce

Gkn, tavolo interrotto. Viceministra Todde: 'Mai vista una cosa del genere'. Giani e Nardella: 'Surreale'

Gkn, presidio dei lavoratori fuori dalla Prefettura durante il tavolo del Mise

I lavoratori della Gkn: 'Solidarietà strabordante, lotta solida ma si deve allargare'

Gkn, 'Non siamo i poveri operai che vanno a casa. Siamo dignità, orgoglio e resistenza'

Campi, chiude la Gkn: 422 licenziamenti. Il sindaco Fossi: ‘Accanto al presidio dei lavoratori’

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.