Firenze, Santo Spirito off limits: sul sagrato proibito sostare, mangiare e bere

Lo prevede un'ordinanza del sindaco. Consumazioni vietate anche sugli scalini, dove si potrà solo sedere

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 02 maggio 2021 10:54

Il sagrato di Santo Spirito diventa off limits. Da domani, lunedì 3 maggio, sarà vietato lo stazionamento e il consumo di cibi e bevande di qualsiasi genere sull’intero sagrato della Basilica di Santo Spirito, sia davanti alla facciata principale che davanti a quella laterale. Il transito sarà consentito unicamente per l’accesso alla Basilica, fatte salve le iniziative promosse o autorizzate dal Comune o dalle autorità religiose.

 

È quanto stabilisce un'apposita ordinanza firmata ieri dal sindaco di Firenze Dario Nardella, sulla base di quanto emerso durante l'ultimo comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. L'ordinanza rientra nell'operazione battezzata "piazze vivibili", con cui l'amministrazione ha voluto porre un freno alla movida del fine settimana. La questione relativa a Santo Spirito era stata affrontata nel comitato, dove erano state concordate ulteriori specifiche misure "al fine di preservare e tutelare la Basilica, attese anche le condizioni di criticità che la Soprintendenza ha rilevato circa la conservazione del patrimonio artistico, che potrebbero mettere a rischio non solo la conservazione dell’edificio ma anche l’incolumità di chi staziona nei pressi delle mura perimetrali", si leggeva nella nota della Prefettura.

 

A tale riguardo, la Prefettura ha chiesto al Fondo Edifici di Culto presso il Ministero dell’Interno, proprietario del bene, un finanziamento di oltre 800.000 euro per interventi di restauro e conservazione sia all’interno che all’esterno del complesso monumentale, nell’ambito del progetto di messa in sicurezza previsto dal “Next Generation UE” e dal “Piano nazionale per la ripresa e la resilienza”.

 

Non si potrà mangiare e bere neppure sugli scalini ma solo sedere. I divieti saranno in vigore tutti giorni della settimana, ventiquattr'ore su ventiquattro. Ogni violazione sarà punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 1.000 euro. 


A questo si aggiunge, per la scalinata, il divieto di stazionamento, dalle 16 alle 22 di venerdì, sabato e domenica, stabilito con l’ordinanza di giovedì scorso.


Il direttore generale del Comune avrà cura di raccordarsi con la prefettura, il fondo edifici culto del Ministero dell’interno, la soprintendenza e la comunità agostiniana di Firenze per le opportune iniziative di rispettiva competenza idonee a consentire un costante monitoraggio dell'attuazione dell'ordinanza. Sarà previsto anche il coinvolgimento dei cittadini tramite le associazioni di quartiere.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.