Firenze, tentano di scaricare 10 quintali di rifiuti tessili nei cassonetti: denunciati

Per i due anche la multa per violazione del coprifuoco

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 30 marzo 2021 20:02

Intervento della Polizia Municipale di Firenze contro l’abbandono abusivo di rifiuti tessili.

 

L’operazione è scattata dopo numerose segnalazioni di residenti che lamentavano il continuo abbandono di grossi sacchi neri colmi di scarti tessili nei cassonetti nella zona di via Reginaldo Giuliani, al confine con Sesto Fiorentino.

 

Dopo due appostamenti la scorsa settimana, intorno alle 3.30,  gli agenti hanno sorpreso sul fatto due persone che, dopo aver parcheggiato il furgone, stavano iniziando a scaricare i sacchi incriminati. Un’attività del tutto abusiva perché effettuata senza nessuna autorizzazione al trasporto degli scarti tessili, fa sapere il Comune di Firenze, in assenza del formulario prescritto e anche da un mezzo privo dei necessari permessi.

 

I due, già noti alle forze dell’ordine per episodi simili, sono stati invitati presso la sede del reparto. Il furgone è stato sequestrato come pure il suo contenuto, 40 sacchi da 25 chilogrammi ciascuno per un totale di 10 quintali di rifiuti tessili, provvedimenti convalidati dal pubblico ministero.

 

Per gli uomini, stranieri di cui uno non in regola con le norme sull’immigrazione, è scattata la denuncia per la violazione del decreto sul trasporto e trattamento dei rifiuti speciali non pericolosi. I due sono stati anche multati per uno spostamento non giustificato fuori dal comune in violazione del coprifuoco imposto dal Dpcm con aggravante di aver utilizzato un veicolo, che si traduce in una sanzione da 800 euro ciascuno. Per l'uomo irregolare in Italia si è aggiunta anche la denuncia per violazione delle norme sull’immigrazione. 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.