Volley, Bisonte e Savino vanno ai quarti di finale playoff

Battute Delta Despar Trentino e Bergamo

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 25 marzo 2021 12:17

Doppio successo ieri sera nel Volley femminile per Bisonte Firenze e Savino del Bene, che volano così ai quarti di finale playoff.

 

Al Bisonte dopo il 3-1 dell’andata servivano due set per regalarsi la serie con l’Imoco Conegliano, ma la Delta Despar Trentino ha confermato di essere una squadra che non muore mai, prendendosi i primi due parziali in rimonta dal 18-21 e dal 15-19. A quel punto, sotto 2-0 e con Guerra out per un problema fisico, incombeva lo spettro del golden set, ma le bisontine hanno saputo reagire con orgoglio e determinazione, riaprendo la partita nel terzo e poi riuscendo a chiudere i conti nel quarto, per imporsi alla fine anche nell’ininfluente tie break.

 

Adesso all’orizzonte c’è la sfida impossibile contro la corazzata Conegliano, ma intanto Il Bisonte si può godere questo risultato ottenuto con una solida prova di squadra, con Celine Van Gestel eletta MVP del match grazie ai 15 punti (13 in attacco, 1 a muro e 1 al servizio), il 52% di ricezioni perfette e un grande lavoro anche in difesa.

Marco Mencarelli parte con Cambi in regia, Nwakalor opposto, Van Gestel e Guerra in banda, Alberti e Ogoms al centro e Panetoni libero, mentre Bertini risponde con Cumino in palleggio, Piani opposto, Melli e D’Odorico schiacciatrici laterali, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero.

 

Dopo una prima fase punto a punto, è la Delta a provare il primo allungo grazie a Melli (14-11), con Mencarelli che spende il suo primo time out: al rientro l’attacco di Nwakalor e il muro di Alberti riavvicinano subito le bisontine (14-13), poi Trentino si riporta sul + 3 (16-13), ma ancora una volta Firenze reagisce e Nwakalor e Guerra impattano (16-16), tanto che stavolta è Bertini a fermare il gioco. Un paio di mani-out di Guerra danno il vantaggio a Il Bisonte (18-19), poi Cambi trova un ace fortunato e sul 18-20 coach Bertini è costretto a usare il suo secondo time out, ma al termine di uno scambio lunghissimo è ancora Guerra (sette punti nel set col 63% in attacco) e mettere giù il diagonale stretto del 18-21: Bertini inserisce Pizzolato per Furlan, D’Odorico con l’ace riavvicina le padrone di casa (21-22) e poi l’errore in attacco di Van Gestel riapre nuovamente i giochi (23-23), con Mencarelli che decide di parlarci su. Si entra nella fase decisiva, e Nwakalor procura il primo set point (23-24), con Mencarelli che prova il doppio cambio (Enweonwu e Hashimoto per Cambi e Nwakalor): Piani annulla (24-24) e si ripete dopo il primo tempo di Alberti (25-25), poi Il Bisonte sbaglia in ricostruzione (26-25) e D’Odorico può chiudere i giochi (27-25).

 

Nel secondo Firenze sembra reagire (1-3), ma Melli si scatena e con quattro punti è la protagonista del 6-0 che regala al Trentino il 7-3 e il conseguente time out Mencarelli: la chiacchierata sveglia le bisontine che rientrano subito (9-8), poi però un paio di errori in attacco rinvigoriscono la Delta (13-9), che poco dopo a sua volta concede qualche regalo ben sfruttato dalle bisontine (13-12). Bertini chiama time out, Nwakalor impatta (13-13) e poi Alberti mura Piani per il primo vantaggio (15-16), subito incrementato dal tocco di seconda di Cambi (15-17) che costringe Bertini a un nuovo time out: Firenze (con Lazic per Guerra vittima di un problema fisico) capisce il momento e continua a spingere con Alberti (15-19), poi improvvisamente si ferma e ancora una volta permette alle locali di rientrare sul 20-21, con Mencarelli che ferma tutto. Al rientro l’errore in attacco di Nwakalor vale la parità (21-21), poi Melli sorpassa col mani-out del 23-22 e Piani procura il primo set point (24-23): la stessa Piani sbaglia (24-24), poi è ancora Trentino ad autoannullarsi il secondo con l’errore di Melli (25-25), ma la stessa Melli si riscatta subito (26-25) e l’attacco out di Nwakalor vale un altro 27-25.

 

Nel terzo Mencarelli si gioca la carta Enweonwu in posto quattro e la sua squadra prova a reagire salendo sul 5-8 grazie al muro di Alberti (alla fine saranno ben 7) e poi sul 6-10 con Nwakalor, con Bertini che chiama time out: Il Bisonte allunga ancora (8-14), Bertini cambia in regia con Ricci per Cumino e la sua squadra prova una reazione, che trova il suo momento clou sul 17-22, quando tre punti di fila valgono il 20-22 e l’inevitabile time out di Mencarelli. Al rientro Enweonwu scaccia la paura (20-23), poi Ogoms procura tre set point (21-24) e Van Gestel chiude sul secondo (22-25).

 

Nel quarto Bertini conferma Ricci in regia ma Il Bisonte prova a sfruttare l’inerzia con Ogoms che piazza muro e primo tempo per lo 0-3, poi Enweonwu mette il mani-out dell’1-5, ma la Delta non molla e D’Odorico la riporta sul 5-7, con Piani e Melli che poi firmano la parità sul 9-9: adesso sono le locali ad entusiasmarsi, e Fondriest trova il muro del sorpasso (12-11), ma poi dopo l’attacco sulla linea di Nwakalor commettono un paio di errori in attacco e sul 12-14 Bertini decide di parlarci su. Al rientro la Despar trova tre punti di fila e Mencarelli spende il time out (15-14), le bisontine ne escono con il muro di Van Gestel del 15-16, poi D’Odorico commette fallo in attacco (16-18) e Alberti mura Piani per il 17-20, con Bertini che è costretto a chiamare time out: Enweonwu scava un altro punticino col pallonetto (17-21), poi Trento ha un ultimo sussulto (19-21), ma Nwakalor ritrova il + 4 (19-23) e dopo l’attacco out delle locali (20-24) è Cambi a chiudere i giochi al secondo set point con un tocco sotto rete che vale il 22-25 e il passaggio ai quarti dei play off.

A giochi fatti i due allenatori danno spazio a tutte le ragazze a disposizione: Mencarelli inserisce Hashimoto per Cambi, Kone per Ogoms e Lazic per Nwakalor (con Enweonwu opposto), mentre Bertini mette Pizzolato e Trevisan per Furlan e D’Odorico e poi inserisce anche Marcone, ma alla fine è Enweonwu a regalare anche la vittoria a Il Bisonte (12-15).

 

Le parole di Sara Alberti: “Sono contenta, sapevamo di dover spingere perché loro sono una bella squadra: i primi due set non abbiamo fatto quello che ci eravamo ripromesse, poi siamo rientrate in campo nel terzo guardandoci negli occhi e chiedendoci cosa volevamo fare, e alla fine abbiamo ottenuto il risultato che volevamo. Siamo state tutte brave e pronte ad aiutarci nel momento del bisogno, ora affronteremo Conegliano cercando di divertirci e di fare quello che possiamo, poi quel che verrà verrà”.

 

La Savino Del Bene stacca il pass e vola ai quarti di Finale contro Busto Arsizio. Le ragazze di Barbolini sistemano la pratica Bergamo in tre set netti e passano il turno. La Savino Del Bene sceglie Malinov opposta a Stysiak, Lubian e Popovic sono le centrali con Pietrini e Courtney in banda. Merlo è il libero.

Bergamo sceglie Valentin opposta a Luketic, Enright e Loda in banda con Moretto e Dumancic al centro e Fersino in banda.

 

Scandicci parte forte con Pietrini efficace (2-1), ma Bergamo c’è e risponde presente. Le ragazze di Barbolini volano sul 5-2 fino a quando, sempre la giovane toscana, infila un ace che costringe Turino a prendere tempo.

La Savino Del Bene vola sulle ali dell’entusiasmo e spinta da un grande gioco di Malinov che riesce a far segnare sia Pietrini che Lubian (8-2). Stysiak è una sentenza (9-3) ma Bergamo rialza la china. Sul 10-6 sempre l’opposta polacca prova, ma le ragazze di Turino rispondono prima con Lanier e poi facendo cadere in errore la difesa toscana (12-8)

 

La serenità torna sul campo locale quando Malinov orchestra per una splendida Pietrini in parallela e per la precisa Popovic. Sul 16-10, Bergamo ci prova sempre con Lanier e Moretto (17-12), ma Malinov spezza l’avanzata con un tocco sotto misura.

 

Il 19-14 è un ping-pong continuo chiuso dalla manona della centrale serba, il punto successivo viene salvato dal piede di Stysiak e Turino ferma tutto ancora.

 

Pietrini è ancora precisa (21-14), Popovic la emula a muro e Stysiak chiude un filotto vincente. Sul 24-14 Bergamo prova a rientrare ma Prandi sbaglia tutto e Scandicci chiude il set.

La seconda parte di gara si apre con il 2-0 made in Scandicci ma con una Bergamo che vuole riscattarsi. Sul 3-2, Stysiak ingrana e trova anche l’ace del 5-2 che costringe Turino a prendere tempo.

La furia di Stysiak non si placa e anche il servizio successivo va a terra, sempre la polacca chiude anche il 7-2 mentre l’ottavo punto scandiccese è a muro. Courtney regala il 10-2 con una pipe da cineteca e il turno al servizio della polacca di Wielun termina sull’11-3 forzato fuori.

Bergamo prova a farsi sentire con Lanier e con l’inserimento di Marcon ma le ragazze di Barbolini sono ciniche e volano sul 18-8 trainate da un grande spirito di squadra e da una grande prestazione in fase difensiva di Merlo e Courtney.

 

Barbolini inserisce anche Camera e Drewniok per Malinov-Stysiak e proprio la tedesca vola a muro sul 19-9. Sul 22-11 Lubian trova l’ace, ma Loda è forte (23-13). La Savino Del Bene chiude con un grande salvataggio di Carocci.

 

Barbolini ottenuti i quarti inserisce anche Cecconello, Samadan e Bosetti. Bergamo parte forte (0-2), e Moretto fa 0-3. Barbolini sul quarto punto rossoblu chiama tempo.

Scandicci rientra sulle ali di Drewniok e Pietrini ma Moretto fa il 3-6. Kimberly fa il quarto, e Samadan trova il muro del 6-8. Bosetti vola per due volte e punge con due muri letali fino al 10-11 locale che fa fermare tutto a Turino.

 

Con l’ingresso di Stysiak, la Savino Del Bene mette il turbo e controsorpassa Bergamo. Il 21-18 è firmato da Cecconello, Fersino interviene di piede e fa un “fiuuu” di gioia ma Samadan spezza l’entusiasmo a muro.

Faucette-Johson prova a far rientrare le compagne, ma Drewniok chiude la contesa con l’ace del 25-20. La Savino Del Bene Volley stacca il ticket per i quarti

 

Le parole di Coach Barbolini: “Abbiamo fatto il nostro compito e anche bene. Nei primi due set siamo andati via agevolmente. Siamo stati bravi nel terzo set, siamo partiti dietro per merito loro e poi con attenzione abbiamo rimontato e sistemato questa pratica ottenendo l’accesso ai quarti”.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.