Il grande ciclismo a Firenze, domenica la gara in onore di Alfredo Martini

Tra Firenze e Sesto, partendo da Piazzale Michelangelo

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 19 marzo 2021 10:43

Torna il grande ciclismo a Firenze. L’appuntamento è per domenica 21 marzo con l’inedita “Per Sempre Alfredo” nell’anno del centenario della nascita dello storico commissario tecnico della nazionale italiana

 

La gara è stata presentata ieri, giovedì 18 marzo, in Palazzo Vecchio dal G.S. Emilia di Adriano Amici e dal Comitato di Sesto Fiorentino “Per Sempre Alfredo” della quale fa parte anche il nipote di Martini, Matteo Miano. Erano presenti il sindaco Dario Nardella, il presidente della Regione Eugenio Giani, l'assessore allo sport Cosimo Guccione, Lorenzo Falchi, sindaco di Sesto Fiorentino, con il vice Damiano Sforzi, Nicola Armentano, consigliere delegato allo sport oltre a Matteo ed Edoardo Miano della famiglia Martini e Marco Mordini e Dimitri Bessi del Comitato “Per Sempre Alfredo”.

 

“Una corsa che, prima di tutto, è un grazie ad Alfredo Martini per tutto quello che ha fatto per lo sport italiano, per il ciclismo azzurro e per i giovani. È stato un grande maestro, un po' il nonno delle ragazzine e dei ragazzini del nostro Paese: aveva una capacità di dialogo con le nuove generazioni impressionante. Mi ritengo fortunato perché ho potuto conoscere Martini per l'organizzazione dei mondiali di ciclismo: è stata una delle più belle cose che mi sono accadute in quel frangente. Siamo contenti di potergli dedicare questa corsa che speriamo sia una corsa di speranza. Abbiamo bisogno di non perdere mai la speranza e la fiducia ed eventi come questi ci possono aiutare. Ed è per questo che ringrazio tutte le istituzioni coinvolte oltre al Comune di Firenze: i Comuni di Sesto, di Fiesole, di Calenzano, la Città metropolitana. In queste settimane siamo impegnati per la candidatura al Tour de France e sarebbe davvero bello, proprio nel nome di Alfredo Martini, si potesse raggiungere questo obiettivo. Un obiettivo che coronerebbe un periodo straordinario cominciato con i mondiali del 2013. Intanto, con questa corsa molto importante, godiamoci questa domenica che si annuncia di sole e, sono sicuro, anche di speranza”. 

 

Sarà Piazzale Michelangelo a dare il via alla corsa, rende noto il percorso il Comune di Firenze. Un breve tratto di trasferimento ad andatura controllata per superare il fiume Arno e raggiungere il “chilometro zero”. Subito dopo il via la strada salirà verso Fiesole. Pendenze costanti, non eccessivamente impegnative, ma sufficienti per stimolare attacchi fin dalle prime battute. Dopo un primo passaggio attraverso piazza Mino da Fiesole, si dovranno percorrere due tornate di un ampio circuito che si sviluppa sulle colline a nord di Firenze, fino a sfiorare vetta le Croci, per poi risalire a Fiesole dal versante occidentale. Terminati i due giri, si oltrepassa il Valico vetta le Croci per scendere dolcemente verso il Mugello. Attraverso strade ampie e leggermente ondulate, si sfiorano Borgo San Lorenzo e San Piero a Sieve, si costeggia il Lago artificiale del Bilancino e poco prima di Barberino di Mugello si riprende a salire verso le Croci di Calenzano. La salita di 4,8 km al 3,5% rappresenta l’ultima vera asperità della corsa. Una lunga discesa, su strada molto ampia, sinuosa nella prima parte e con lunghi rettilinei nella seconda, condurrà fino alla periferia di Calenzano, per poi fare ingresso nel centro abitato innestandosi nel circuito cittadino, teatro del gran finale della corsa. Successivamente si entra nel territorio comunale di Sesto Fiorentino, e dopo alcune veloci rotatorie, una curva a destra introdurrà nel lungo rettilineo finale, di circa 700 metri, per poi oltrepassare una prima volta la linea del traguardo. Da questo punto iniziano i 4 giri completi del circuito finale, che misura 14,3 km, e si sviluppa tra i comuni di Sesto Fiorentino e Calenzano; immediatamente dopo il traguardo, la corsa percorrerà via Giusti, transitando proprio dinanzi all’abitazione di Alfredo. Il circuito non impedirà un finale ad alta velocità, anche perché non sono presenti particolari difficoltà altimetriche, pertanto potrà consentire anche un attacco da parte di un finisseur, abile a sfruttare quei passaggi più “tecnici” presenti.

 

Squadre e principali iscritti (anche se la composizione delle squadre potrà variare fino alla vigilia della gara):
Trek – Segafredo: Conci, Mosca, A. Nibali, Tiberi
Team Dsm: Brenner
Bardiani Csf Faizanè: Battaglin, Fiorelli
Euskaltel – Euskadi: J. Irizar
Gazprom-Rusvelo: D. Cima, Rovny
Eolo-Kometa Cycling Team: Albanese
Caja Rural-Seguros Rga: Osorio
Vini Zabu': M. Frapporti, Mareczko
Androni Giocattoli – Sidermec: Bisolti, Malucelli
Nazionale Italiana: Nencini, Plebani, Scartezzini
Zalf Desiree For: Masotto
Global6cycling: Bongiorno
Team Qhubeka: Coati
Beltrami Tsa Tre Colli: De Pretto
Amore & Vita: Senni, Totò
Giotti Victoria - Savini Due: Guardini
Team Colpack Ballan: Verre
General Store - F.Lli Curia – Essegibi: Baseggio
Work Service Marchiol Dinatek: Rebellin
Mg.K Vis Vpm: P. Wright
 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.