Firenze chiude i giardini, 'Troppo afflusso ieri senza il rispetto della distanza minima'

Chiusura anche a Scandicci e Bagno a Ripoli

Galleria immagini

3634 Visualizzazioni

giovedì 12 marzo 2020 15:23

A Firenze, Scandicci e Bagno a Ripoli giardini chiusi.

 

"Il grande afflusso di ieri nei nostri giardini e parchi senza però il rispetto della distanza minima, specie intorno alle aree gioco, ci ha costretti a chiudere i giardini, che da oggi dunque saranno chiusi fino a nuove disposizioni", lo annuncia Cecilia Del Re, assessore all'ambiente del comune di Firenze.

 

Chiudono quindi i parchi e giardini pubblici dotati di cancelli, mentre scatta il rafforzamento dei controlli su quelli privi di cancelli. La direzione Ambiente del Comune di Firenze ha adottato oggi il provvedimento relativo alle chiusure per evitare assembramenti in parchi e giardini e quindi il diffondersi del contagio del Coronavirus tra le persone.

 

Saranno pertanto materialmente chiusi i parchi e i giardini dotati di cancelli; quelli privi di cancelli resteranno aperti, ma saranno maggiormente presidiati dalla polizia municipale.

 

Specialmente nella giornata di ieri, fa sapere il comune di Firenze, la polizia municipale ha ricevuto un elevatissimo numero di segnalazioni per assembramenti, pic nic e giochi di gruppo nei giardini, senza il rispetto della distanza di un metro fra le persone.

 

"L’indicazione è chiara: dovete stare a casa, la situazione è sempre più seria, per cui evitate per piacere di andare anche nei parchi e negli spazi verdi, anche nei prossimi giorni quando tornerà il bel tempo. Se volete portare fuori il vostro cane o fare due passi, fatelo intorno alla vostra abitazione così da non aggregarvi tutti in un medesimo spazio. È un sacrificio per tutti, lo so, ma lo dobbiamo fare tutti insieme per uscire il prima possibile da questa situazione in cui si trova il nostro Paese, la nostra Regione, la nostra Firenze. Uniti ce la faremo, e come ci stanno dicendo i bambini, “andrà tutto bene”.

 

"I controlli si faranno sempre più serrati, e la polizia municipale già da ieri è in circolazione con il solo obiettivo di verificare il rispetto da parte nostra delle regole per affrontare questa situazione (ed applicare, se del caso, le relative sanzioni). Sanificheremo le strade, i giochi e gli arredi urbani, e se ognuno di noi farà la propria parte potremo poi tornare a goderci in libertà i nostri bellissimi spazi verdi".

 

"Con la Direzione Ambiente e i Presidenti di Quartiere, avevamo appena finito di mappare 200.000 mq di verde pubblico inesitato che avevamo censito in città per metterlo poi a disposizione di tutti con nuovi progetti, funzioni, alberi e servizi. Quel lavoro lo porteremo avanti, e sarà il nostro premio se sapremo essere ora responsabili per la nostra comunità e la nostra città. Ne sapremo allora ancor più apprezzare il valore".

 

Il Sindaco di Scandicci Sandro Fallani ha firmato un’ordinanza per la chiusura dei parchi e dei giardini pubblici cittadini, come misura di contrasto e contenimento all’emergenza sanitaria Covid-19.

 

La decisione, precisa il comune di Scandicci, è stata presa per evitare assembramenti di persone e di conseguenza occasioni di possibile contagio.

 

Sempre al fine di evitare assembramenti di persone, per i cittadini che utilizzano i fontanelli per l’acqua potabile, l’Amministrazione Comunale ha disposto l’uso dei guanti e il rispetto della distanza di un metro tra chi è in attesa.

 

Anche il comune di Bagno a Ripoli dispone la chiusura di parchi, aree gioco e cimiteri per contrastare la diffusione del Covid-19 attraverso una apposita ordinanza. Il divieto di accesso è valido da oggi, giovedì 12 marzo, fino alle ore 24 di mercoledì 25 marzo. Divieto di accesso al pubblico anche per i cimiteri comunali, fatte salve le urgenze per sepolture, ricezione salme e cremazione, prenotazione loculi. Le stesse restrizioni si applicano ai cimiteri non comunali, fino alle ore 24 del 25 marzo.

 

Chiude il Parco del Neto, tra Calenzano e Sesto, perché non può essere garantito il servizio di sorveglianza e quindi il controllo del rispetto delle misure di sicurezza.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.