Firenze, dalla rapina alle lesioni: baby gang all'Isolotto, arrestati tre minori

Tre minorenni accusati di rapina, tentata estorsione, porto abusivo di arma bianca, furto aggravato e lesioni personali

Galleria immagini

855 Visualizzazioni

sabato 08 febbraio 2020 12:11

Sono tre minorenni i giovani arrestati a Firenze perché accusati di vari reati, tra cui furto e rapina.

 

Nel pomeriggio di ieri, venerdì 7 gennaio, i carabinieri della Stazione di Firenze Legnaia hanno notificato a tre minorenni (di età compresa tra i 17 e i 14 anni), senza fissa dimora, un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in istituto penale minorile per i due più grandi, e del collocamento in comunità per il più piccolo (al quale, in considerazione della sua più giovane età – avendo da poco compiuto i 14 anni – è stata applicata una misura cautelare ritenuta più congrua, spiega una nota dei militari), in quanto ritenuti sussistenti a loro carico gravi indizi di colpevolezza in ordine ai reati di rapina, tentata estorsione, porto abusivo di arma bianca, furto aggravato e lesioni personali.


Il provvedimento restrittivo, emesso dal GIP presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze, scaturisce da un’indagine dei Carabinieri della Stazione di Firenze Legnaia coordinata dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze.


Le attività investigative, spiega la nota diffusa dai carabinieri, condotte attraverso individuazioni fotografiche, acquisizione di filmati di videosorveglianza, ascolto di persone informate sui fatti, numerosi controlli sul territorio, hanno infatti consentito di raccogliere un quadro indiziario molto solido a carico degli indagati.

 

Un primo episodio contestato risale allo scorso mese di novembre quando, nel parcheggio antistante un'attività di Via del Cavallaccio, averebbero colpito con un pugno una ragazza 20enne, per poi impossessarsi del suo cellulare; nella circostanza la vittima riportava lesioni, per “trauma facciale”, giudicate guaribili in 5 giorni.

 

Lo stesso gruppo, nel medesimo luogo, il giorno successivo, mediante minaccia con un taglierino, si sarebbero fatti consegnare da un 12enne il giubbotto griffato che indossava. Il successivo mese di dicembre, mediante minaccia di morte, gli stessi avrebbero tentato di costringere un 13enne a consegnare la somma di 1.000 euro in contanti.

 

Il giorno successivo alle minacce, al rifiuto del minorenne di pagare, sono accusati di aver colpito il nonno della vittima, presente nello stesso luogo, con un pugno alla testa. Il successivo 22 gennaio, in Via Canova, il gruppo avrebbe rubato un’auto parcheggiata, dopo aver sottratto al proprietario le chiavi, appoggiate sul bancone di lavoro (giostra all’interno del Parco di Villa Vogel). Il veicolo è stato rinvenuto a Pisa. 


I destinatari della misura cautelare, dopo essere stati individuati nel parcheggio dei camper in via dello Scheggia, sono stati tradotti i due più grandi presso l’istituto penitenziario minorile di Firenze, mentre il più piccolo collocato in comunità.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.