Firenze, nel Giorno della Memoria il Consiglio Comunale ha ascoltato Ugo Brilli

Un soldato che dopo l’Armistizio, rifiutandosi di collaborare con nazionalsocialisti e fascisti, venne internato

Galleria immagini

113 Visualizzazioni

martedì 28 gennaio 2020 09:06

Nel corso delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, il consiglio comunale di Firenze ha ospitato Ugo Brilli, un soldato italiano, nativo di Campi Bisenzio che dopo l’Armistizio, rifiutandosi di collaborare con i nazionalsocialisti e fascisti, venne internato a Berlino.

 

Ugo Brilli recentemente è stato insignito con il Cavalierato dell’Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania.

 

Al termine della sua toccante testimonianza, ad Ugo Brilli, 98 anni, è stato consegnato dal sindaco Dario Nardella e dal presidente del Consiglio comunale Luca Milani una spilla con il Giglio di Firenze in segno di riconoscenza ed a ricordo di questa celebrazione del Giorno della Memoria. 

 

In Consiglio comunale sono state anche ascoltate le testimonianze di ragazze e dei ragazzi delle scuole secondarie del Comune di Firenze, che hanno raccontato la loro esperienza del viaggio ai campi di sterminio per il progetto “Le chiavi della Città. Il Futuro della Memoria”.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.