Sgombero palazzo occupato a Firenze, chiusa via Baracca

Home Page
03/12/2019

Deviazioni sul posto per il traffico veicolare e le linee Ataf

Sgombero di un palazzo occupato a Firenze.

 

Sono in corso questa mattina, martedì 3 dicembre, le operazioni di sgombero di un edificio in via Baracca. La strada è stata chiusa al traffico, come fa sapere il Comune di Firenze su Twitter, nel tratto compreso tra Carissimi e piazza Puccini, in particolare in direzione ingresso città da via Miccinesi.

 

Sul posto, oltre alla polizia municipale per la viabilità, si trovano carabinieri e polizia.

 

A causa della chiusura del tratto di strada, si stanno verificando alcuni disagi al traffico. Deviazioni sul posto anche per le linee Ataf. Per i veicoli in entrata città deviazione su via Ulivelli per restare su via di Novoli oppure su Miccinesi direzione Cascine. Per i veicoli in direzione piazza Puccini deviazione obbligatoria all’altezza di via Toselli su via Ponte alle Mosse o su via Doni e quindi viale Redi.

 

Il Comune di Firenze rende noto che i provvedimenti sono previsti per tutta la giornata.

 

Oltre al palazzo occupato, le forze dell'ordine avrebbero tentato di sgomberare anche un altro spazio, occupato da Iam, iniziativa antagonista metropolitana, che ha indetto un'assemblea pubblica. 

 

"Continua il muro umano davanti a IAM in via Baracca mentre a decine sono sul tetto! Intanto la polizia sta sgomberando un altro palazzo in via Baracca n. 48. Il quartiere rimane militarizzato e le strade bloccate dai reparti antisommossa. La giornata di resistenza continua! Alle 14:30 tutti in via Baracca per rispondere alla guerra ai poveri di Nardella e difendere gli spazi sociali!", si legge sulla pagina Facebool di Iam. E' in corso sul ponte di piazza Puccini un'assemblea con attivisti e occupanti dello spazio.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.