Non solo tramvia, il bilancio dei 5 anni di mandato dell’assessore Giorgetti

Tanti i temi trattati nell’incontro all’Auditorium Ottone Rosai

Galleria immagini

906 Visualizzazioni

martedì 19 marzo 2019 19:14

Dalla tramvia alla riqualificazione di strade e piazze fino allo sviluppo della sharing mobilità e dalla mobilità elettrica, dall’illuminazione pubblica alla riorganizzazione del trasporto pubblico, dagli interventi per la sicurezza stradale alle nuove infrastrutture della viabilità. È quanto ha raccontato oggi, martedì 19 marzo, l’assessore Stefano Giorgetti durante l’illustrazione, alla presenza del sindaco Dario Nardella e dei presidenti dei Quartieri, del bilancio di fine mandato all’Auditorium della scuola Ottone Rosai. 

 

Sono stati cinque anni di lavoro intenso. Non sono mancati momenti complessi che però grazie all’impegno di tutti, a iniziare dai dipendenti e dai tecnici comunali, siamo riusciti a superare –  ha dichiarato l’assessore Giorgetti – Soltanto per la realizzazione delle due linee tramviarie sono state effettuate oltre 180 riunioni per organizzare i cantieri e gestire l’impatto sulla circolazione”. 

 

Per quanto riguarda l’azione amministrativa portata avanti in questi cinque anni, si legge nel comunicato del Comune di Firenze, l’assessore Giorgetti ha spiegato che il filo conduttore è stato quello di incentivare la mobilità sostenibile con il duplice obiettivo di ridurre il traffico privato e ridurre l’inquinamento. E questo agendo su cinque ambiti: trasporto pubblico, mobilità dolce, intercambio modale, car e bike sharing, e-taxi ed e-mobility. 

 

Nei cinque anni di mandato sono state realizzate e messe in esercizio la linea T2 Vespucci e la linea 3, prolungamento della linea T1 Leonardo. Complessivamente per le due nuove linee l’investimento è stato di 390,26 milioni di euro, i passeggeri stimati in oltre 37 milioni con una riduzione di veicoli privati in circolazione stimata di 28.600 all’anno e taglio delle emissioni di Co2 pari a 14.300 tonnellate/anno e di Pm10 pari a 4,6 tonnellate/anno. In questi anni si è portata avanti la progettazione degli ulteriori sviluppi del sistema tranviario con le linee 4.1 Leopolda-Piagge, la Vacs della linea 2 Lavagnini-San Marco, il prolungamento della linea 2 Aeroporto-Sesto Fiorentino e la linea 4.2 Piagge-Campi Bisenzio, la linea 3.2.1 Libertà-Bagno a Ripoli e la linea 3.2.2 Libertà-Rovezzano. Allo sviluppo della rete tramviaria si accompagna la realizzazione di parcheggi di interscambio: già in funzione quello di Villa Costanza e Guidoni, mentre è in progettazione quello di Ponte a Greve e progettato quello di viale Corsica.

 

Riorganizzata la rete del trasporto pubblico urbano. Il trasporto pubblico su gomma è stato al centro di molti importanti interventi: dalle 32 nuove porte telematiche a protezione delle corsie preferenziali arrivate a 21,6 chilometri complessivi, al miglioramento della flotta con 197 nuovi bus.

 

Sono stati effettuati interventi di ampliamento/ricucitura delle piste ciclabili esistenti e realizzati nuovi percorsi protetti portando i chilometri da 85 a 92. In fase di progettazione ulteriori 25 chilometri con fondi Pon Metro e del Patto per la Città. 

 

Nei cinque anni di mandato si è sviluppato ulteriormente il car sharing a flusso libero con il debutto di due gestori di veicoli totalmente elettrici: la flotta attuale conta 600 mezzi di cui 220 a batteria. È invece partito ex novo il bike sharing a flusso libero: oggi sono 4mila le bici a disposizione e con 225mila utenti registrati.

 

Di grande rilievo anche l’impegno per lo sviluppo della mobilità elettrica a partire dalla flotta del Comune che oggi conta di 130 veicoli a batteria e 85 punti di ricarica nelle sedi comunali. In città i veicoli elettrici circolanti sono circa 4mila, il tasso più altro fra le grandi città italiane. È stata realizzata una rete di ricarica pubblica di 173 colonnine interoperabili per un totale di 346 punti di ricarica e 6 le postazioni fast charge. Rientra nella promozione della green mobility anche le 70 licenze rilasciate per i taxi elettrici (ora sono 72), che si aggiungono ai 226 mezzi ibridi (790 totali).

 

Per quanto riguarda le infrastrutture stradali sono stati terminati e aperti al transito il by-pass del Galluzzo e quello di Cascine del Riccio mentre è in ultimazione il by-pass di Mantignano e Ugnano. Sono in stato di avanzata progettazione il nuovo svincolo di Peretola, le viabilità a Ponte a Greve e Ponte a Ema, l’adeguamento di via delle Bagnese e il collegamento tra lo stradone dell’ospedale e viale Nenni. Grande attenzione è stata dedicata alle infrastrutture della sosta: realizzati numerosi parcheggi su strada mentre sono in fase di progettazione e/o realizzazione altre strutture come quella dell’ex Meccanotessile, piazza delle Cure, Sorgane etc.

 

Riqualificate numerose piazze: Carmine, D’Azeglio, dei Ciompi, Dalmazia, della Stazione, dei Nerli, Santa Maria Soprarno, Santo Spirito, della Repubblica, Acciaiuoli, San Marco, Leopoldo e Vieusseux oltre al completamento di Santa Maria Novella e del Mercato Centrale e la piazzetta di San Martino e il piazzale Michelangelo. A questo si aggiunge i progetti in via di ultimazione di piazza delle Cure con il nuovo mercato rionale e il parcheggio da 40 posti auto e di piazza Annigoni dove è in corso di realizzazione del nuovo mercato antiquario. Stanno per iniziare i lavori di riqualificazione di piazza Nannotti e di piazza dell’Isolotto mentre sono in fase di progettazione gli interventi in piazza Cestello, piazza dell’Unità Italiana, piazza Verzaia, piazza Goldoni e piazza Vittorio Veneto. Numerosi interventi effettuati anche sulle strade, da sottolineare in particolar modo quello di via Gioberti, ma anche via Pellicceria, via della Colonna., via Venezia, via Micheli, via Modena, via Cherubini, via dei Bardi, via Taddea, lungarno Torrigiani, via San Giuseppe, via Niccolini. Riqualificazione ma anche manutenzioni di moltissime strade nei cinque quartieri cittadini: in cinque anni si tratta di 151 chilometri di strade e 10 chilometri di marciapiedi. Infine, interventi di riqualificazione strutturali sono stati effettuati sul Ponte San Niccolò, Passerella del Mensola, Passerella dell’Isolotto, sottopasso Foggini, Ponte del Mugnaio mentre sono in corso i lavori di messa in sicurezza del Ponte Vespucci. 

 

Nel corso del mandato sono stati completati progetti importanti per la gestione in tempo reale della mobilità: dalla rete dei 120 sensori per misurare il numero di veicoli in circolazione sulle strade cittadine al completamento del controllo remoto dei semafori, dall’interfacciamento del sistema di controllo della tramvia con quello degli impianti semaforici cittadini, dalla comunicazione in tempo reale dello stato di occupazione dei parcheggi al posizionamento dei bus. Per migliorare la comunicazione ai cittadini è stato progettato l’ampliamento della rete dei pannelli a messaggio variabile e la creazione di una APP di infomobilità. 
 

 

Foto tratta dalla pagina Twitter di Stefano Giorgetti

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.